in

VERIZON: Titolo sotto la lente

http://finance.yahoo.com/q?s=vz&ql=1

Torna l’appuntamento settimanale di analisi su un titolo azionario americano. Quest’oggi parliamo di una delle società più importanti del settore telecomunicazioni: Verizon (Ticker: VZ).

VERIZON: il futuro sembra roseo

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=lV20QzbknoM[/embedyt]

 

Verizon Communications è un fornitore di servizi di telefonia mobile e fissa, servizi televisivi e servizi internet di rete fissa e mobile.

È stata fondata nel 200 dalla fusione della Bell Atlantic con la più grande compagnia telefonica locale, la GTE. Attualmente ha sede a Manhattan a New York

Il nome deriva dalla fusione di due parole: veritas (verità in latino) e horizon (orizzonte in inglese)

Nell’aprile del 2004, il Dow Jones Index aggiunge il titolo al suo listino, rimpiazzando AT&T, parte dell’indice dai tempi della grande depressione

Nell’estate del 2013, il Guardian rivela che la compagnia fornisce dati sulle conversazioni telefoniche dei suoi abbonati alla NSA americana  (National Security Agency).

Nel 2015, sempre il Guardian rivela che la compagnia collabora con l’agenzia spaziale americana (NASA) per la costruzione di una rete per controllare e sorvegliare il traffico aereo di droni civili e commerciali dalla sua rete di ripetitori per i telefoni.

Al momento diversi rumors parlano di una possibile a offerta per gli asset di Yahoo ma sembra che le trattative non siano ancora ufficialmente avviate.

 

VERIZON: analisi tecnica

In un momento come quello attuale dove il timore del rischi e della volatilità domina il mercato azionario che si trova, senza dubbio in una fase ribassista perlomeno intermedia, trovare un titolo come Verizon che esprime una forza relativa rispetto all’S&P500 di tale portata, non è cosa semplice.  

Impressiona infatti dal punto di vista tecnico, la tenuta del prezzo del titolo soprattutto durante il sell off delle ultime settimane, dove l’S&P ha perso il 13,20% circa se calcolato dai picchi del 3 novembre scorso mentre Verizon ha registrato un sorprendente +8,30% circa e comunque all’interno di una configurazione grafica di consolidamento laterale, un rettangolo, formato sin dal mese di novembre con relativo breakout esplosivo del 22 gennaio che in pochi giorni ha fatto un +7,50% circa.

Il 2015 non era stato un grande anno per Verizon che da febbraio aveva cominciato la formazione di un triangolo ascendente il cui breakout  non aveva tenuto e, dopo un gap ribassista, i prezzi avevano formato un triangolo inverso (broadening  formation) anch’esso una figura di continuazione ribassista.

La formazione del rettangolo dava comunque la sensazione di una nuova fase di accumulazione del titolo e così sembra sia avvenuto, perlomeno finora. Tuttavia si impone un caveat agli investitori. In periodi di mercato come l’attuale, anche i più potenti breakout possono fallire miseramente per l’effetto osmosi del mercato in generale.

Certo è che la configurazione grafica esprime una potenza tecnica difficile da trovare ultimamente.

 

Scritto da Il Team di AB

Il Team di Assistenza Brokers e Alpha4All ti mettono a disposizione le loro conoscenze su trading e investimenti per farti accelerare sui mercati!

verizon

Verizon: strategia in opzioni

stampanti 3d

Stampanti 3D: la nuova rivoluzione industriale