Chi è George Soros e quali sono le sue strategie

Ci sono stati molti grandi trader e strateghi nella storia del forex trading, che hanno costretto il mondo a sedersi e guardare con soggezione, diventando miliardari e cambiando il corso dei mercati. Quando parliamo di questi trader, c’è un nome che prenderà sempre la prima posizione. Quell’uomo è George Soros, chiamato anche “l’uomo che ha rotto la Bank of England”.

George Soros ha raggiunto lo status di icona nel settembre del 1992, quando ha guadagnato 10 miliardi di dollari su una scommessa singola contro la sterlina britannica. Secondo quanto riferito, ha guadagnato oltre 1 miliardo di sterline dalla sua posizione al ribasso nella sterlina inglese, in vista del mercoledì nero, il 16 settembre 1992.

 

Primi anni di vita di George Soros

Da adolescente, George Soros è fuggito dal suo paese natale, l’Ungheria, per arrivare nel Regno Unito, dove ha frequentato la London School of Economics. Ha continuato a lavorare in una banca d’investimento a Londra, e in seguito è andato negli Stati Uniti nel 1956. Lì, ha lavorato in aziende come FM Mayer, Wertheim & Co e molte altre. Nel 1973, fondò il proprio fondo hedge, il Soros Fund Management, che alla fine divenne il Quantum Fund.

Negli anni ’80, George Soros era una delle persone più ricche del pianeta. Fu allora che iniziò a concentrarsi sulle attività filantropiche. Come persona, è un forte sostenitore dei diritti umani, dell’istruzione e della libertà politica. Ha parlato e scritto ampiamente su questi argomenti.

 

La storia – Lo short sulla sterlina del 1992

La Gran Bretagna faceva parte del meccanismo di cambio europeo (ERM), che imponeva al governo di intervenire se la sterlina britannica si indeboliva oltre un certo livello contro il marco tedesco. Soros sapeva che il Regno Unito era in una posizione sfavorevole nell’ambito dell’ERM e che anche il tasso di inflazione era molto alto.

Per mesi fino a settembre 1992, Soros aveva costruito una posizione al ribasso nella sterlina inglese. Il 16 settembre 1992, il suo fondo aveva venduto poco più di $ 10 miliardi di sterline. La riluttanza del governo britannico ad aumentare il tasso di interesse o a fluttuare la sua valuta ha funzionato a favore di Soros. La mattina del mercoledì nero, quando la Banca d’Inghilterra ha iniziato a comprare miliardi di sterline dal mercato, ha scoperto che il prezzo si era spostato. Prendendo spunto da Soros, gli speculatori avevano anche iniziato a vendere sul mercato.

Il Regno Unito ha annunciato la sua uscita dall’ERM e ha avviato il free-floating della sterlina inglese. La valuta ha perso il 15% contro il marco tedesco e il 25% contro il dollaro USA, ma il fondo Quantum ha guadagnato oltre $ 1 miliardo. Così, Soros è diventato “l’uomo che ha rotto il BOE”.

 

La tecnica di Soros

La sua strategia di investimento era sempre una combinazione di libero mercato, diritti umani e inchiesta scientifica. I punti salienti della sua strategia sono:

  • Il metodo scientifico: George Soros crea una strategia basata sugli attuali dati di mercato. Mette alla prova la sua teoria su investimenti minori prima e poi su quelli più grandi, quando i più piccoli riescono.
  • Teoria della riflessività: questo metodo valuta le attività in base al feedback del mercato, per capire come il resto del mercato stia valutando le attività. Soros utilizza questo metodo per prevedere opportunità e bolle di mercato.

Soros ha la capacità di combinare le tendenze globali ed economiche con strategie in leva in entrambe le valute e obbligazioni. Si è sempre fidato del proprio istinto ed è stato costantemente alla ricerca di modi per distinguersi tra la folla.

 

In copertina: George Soros al Festival  dell’Economia 2012, Trento; FonteNiccolò CarantiCC BY-SA 3.0

Il mondo del Trading ti interessa?

Scopri l'investimento che fa per te!

Noemi Santiloni
  • 8 Posts
  • 0 Comments
Iniziata agli investimenti dal padre, Noemi ha perfezionato anni di teoria sui mercati con la pratica di tutti i giorni nel corso del Trading Club. Colonna portante della community di Assistenza Brokers, si è ora prefissa l'obiettivo di migliorare la consapevolezza finanziaria di tutte le donne italiane, e non solo!