Trader ed investitori: chiudiamo col botto!

trader ed investitori

Quest’anno ho ricevuto parecchie chiamate di trader ed investitori incappati in situazioni scomode ed incerte perché, la maggior parte di loro, come anche io all’inizio, non hanno ancora trovato la strada giusta nel mondo dei mercati. Ho pensato di scrivere questo articolo per starvi vicino soprattutto in questo fine 2016 che sicuramente non sarà ricordato come un anno tranquillo per il settore finanziario.

Trader ed investitori: scenari di fine anno

 

Se nella prima parte dell’anno ci ha pensato la Brexit a mescolare le carte e a portare le montagne russe sui mercati, le elezioni americane, seppure attese, hanno spiazzato un po’ tutti.

Analizzando l’impatto macro economico dei due eventi notiamo una similitudine nei movimenti del mercato.

L’uscita del Regno Unito dall’UE ha delineato prima un crollo delle quotazioni dei principali indici USA, poi una nuova risalita verso i massimi storici diluita in più sedute. Anche le elezioni americane hanno avuto un impatto piuttosto simile sui mercati finanziari che, dopo un crollo iniziale, si sono ripresi nella seduta stessa con un passaggio da -6% in pre market ad un lieve segno positivo durante la chiusura serale.

Ovviamente uno scenario di questo tipo richiede una concreta capacità di gestione del capitale ma soprattutto delle emozioni, variabili che, hanno mandato in tilt la maggior parte dei piccoli operatori.

Archiviate queste congetture quello che interessa veramente a noi trader ed investitori è lo scenario che si prospetta nel futuro prossimo.

Ora che siamo in una sorta di “quiete dopo la tempesta” possiamo analizzare in maniera fredda il tutto; il mercato USA lo ritroviamo di nuovo sui massimi storici ma con volumi giornalieri in ovvio calo rispetto alla scorsa settimana con un contesto complessivo che possiamo definire “tradabile”.

Con nostro metodo di osservazione che abbiamo sviluppato nell’ Intraday Club possiamo affermare che, salvo imprevisti, le acque dovrebbero rimanere abbastanza calme almeno fino a dicembre, mese storicamente sempre cruciale.

Grazie al rapporto rischio/rendimento da noi utilizzato e alla velocità dei nostri profitti, possiamo dormire sonni tranquilli in quanto le nostre posizioni non incroceranno mai eventi incerti che possono influenzare i movimenti del mercato.

Per la chiusura dell’anno ci si aspetta un calo fisiologico degli scambi dovuto alle festività ma anche dalla scelta di molti operatori di iniziare a reinvestire con l’inizio del 2017. Questo contesto potrebbe portare ad un incremento della volatilità caratterizzato da un’agenda macroeconomica ricca di eventi degni di nota.

Passando dai No Farm Payrolls, all’innalzamento dei tassi ormai scontato, dobbiamo inoltre scontrarci con il cambio scadenza del future ES che avverrà nella prima settimana di dicembre. Anche il vecchio continente dirà la sua in quanto diversi paesi sono chiamati alle urne, delineando così uno scenario ancora più incerto e volatile che però abbiamo imparato a sfruttare a nostro vantaggio.

Che soluzioni attuare?

Appunti importanti per trader ed investitori…

Per i trader intraday come me, approfittiamo di queste ultime venti sedute per arrotondare il nostro rendimento annuo senza pretendere troppo dal mercato ed evitando di operare a ridosso degli eventi sopracitati.

Per gli investitori di medio-lungo termine sarà fondamentale dare una revisione al proprio portafoglio evitando posizioni troppo elevate su singoli settori/strumenti in modo tale da non appesantirlo troppo.

Anche se è ancora presto fare dei bilanci è anche vero che non sarà di certo un mese ad incidere su l’andamento di tutto l’anno, per cui, rimbocchiamoci le maniche e affrontiamo con serenità il futuro prossimo.

Tu invece, come ti comporterai in questo fine anno?

Sfrutta la sezione “COMMENTI” per condividere le tue idee con tutta la community.

« Convalido l’iscrizione di questo blog al servizio Paperblog sotto lo pseudonimo silviaab ».

Samuele Mancastroppa
  • 21 Posts
  • 0 Comments
Fine analista dati e grande esperto della piattaforma Trader Workstation di Interactive Brokers, è sempre aggiornato sulle ultime news macroeconomiche.