Starbucks: il caffè arriva in Italia

Esatto. Il caffè sta arrivando in Italia.

Sembra una frase paradossale visto che il nostro paese è la patria dell’espresso, ma è più vera che mai se si parla della multinazionale americana Starbucks (Ticker: SBUX)

STARBUCKS: il futuro non è roseo

L’italia è uno degli ultimi paesi, se non l’ultimo dei paesi più industrializzati al mondo, che vede la multinazionale americana, con sede a Seattle, insediare i propri punti vendita.

Le ipotesi per cui non fosse ancora arrivata in Italia sono diverse, non ultima la teoria per cui la società avrebbe avrebbe evitato il Bel paese per non scontrarsi con una cultura dedita al consumo del caffè espresso. A conti fatti però, Starbucks sta per fare il grande passo, con l’appoggio di Antonio Percassi, patron dell’Atalanta e attivo nel settore dei centri commerciali.

Analizzando Starbucks notiamo come l’ascesa costante delle quotazioni fin dal 2009, favorita anche da un cambio di strategia che ha portato la società ad entrare nel settore delle cialde.

Tecnicamente possiamo notare, ed ipotizzare, che sulla curva dei prezzi si stia formando un grosso “Testa & Spalle”, che se innescato, darebbe indicazioni altamente negative

La zona da osservare è tra i $62 dollari (altezza della spalla destra) e i $53, livello attuale della neck line (letteralmente, linea del collo).

starbucks_grafico2

starbuks_grafico

 

Analizzando un time frame di lungo periodo notiamo come ci siano indicatori propensi all’innesco di una fase ribassista, avvalorata anche dal gap di rottura al ribasso dello scorso 2 aprile.

Alla luce di queste considerazioni poniamo particolare attenzione ai livelli sopracitati e teniamo ci pronti a muoverci sul mercato qualora se ne presentasse l’occasione.

 

 

 

 

 

Il Team di AB
  • 297 Posts
  • 3 Comments
Il Team di Assistenza Brokers e Alpha4All ti mettono a disposizione le loro conoscenze su trading e investimenti per farti accelerare sui mercati!