Stagione degli earnings: il lato sicuro del trading

Il lato sicuro del trading nella stagione degli earnings – Sommario

  • Mettere a mercato delle strategie a ridosso degli earnings può sembrare una mossa azzardata.
  • Puntare al rialzo o ribasso di un titolo dopo poco porta inesorabilmente alla dispersione del capitale.
  • È possibile pianificare a che distanza iniziare a vendere opzioni, applicando le strategie migliori e più appropriate caso per caso.

Il trading nella stagione degli earnings, gioco d’azzardo o opportunità?

A prima vista, mettere a mercato delle strategie a ridosso degli earnings può sembrare una mossa azzardata. Dopotutto non abbiamo né la sfera di cristallo, né abbiamo informazioni da inside trading. Quanto detto è tutto vero, ma rappresenta solo un lato della medaglia. Motivo per cui abbiamo bisogno di basi diverse per operare. Quello che l’analisi dei mercati ci insegna è che la volatilità, cresciuta nei giorni precedenti il rilascio delle trimestrali, crollerà a picco in concomitanza con l’uscita dei dati.

Si può costruire un autentica ‘catena di montaggio’ basata su questo setup. Un setup basato su un movimento fisiologico ed ineluttabile, ovvero la rimozione dell’incertezza (volatilità appunto) dalle dinamiche di prezzo dei sottostanti.

Fatta questa premessa, il focus dell’articolo sta nel presentare un modo semplice e immediato per calcolare quanto movimento del titolo viene previsto dal mercato in relazione agli earnings. Una volta definito, è possibile individuare a che distanza iniziare a considerare la vendita di opzioni in relazione alle nostre strategie “sfrutta trimestrali” preferite.

Movimento atteso dal mercato

Prima di vedere le formula, dobbiamo ricavare un valore necessario per applicarla. Una volta individuata la scadenza delle opzioni che andremo a vendere, andiamo a calcolare il credito che il mercato paga per una Straddle At The Money relativa allo strike più vicino al prezzo a cui si trova il titolo. Ricordo che una straddle consiste nel contemporaneo acquisto di una call e di una put.

Percentuale di movimento atteso dal mercato

Una volta calcolata la percentuale, basta motiplicarla per il prezzo corrente del sottostante per identificare quanti dollari il mercato si aspetta di variazione.

Per rendere quanto più efficace quanto appena illustrato e rendere quanto meno influente il time gap in questo tipo di trading, conviene mettere a mercato le operazioni con opzioni a scadenza quanto più ravvicinata (weekly) e alla chiusura del giorno precedente gli earnings.

Una volta quantificati i dollari di scostamento attesi, è possibile quindi pianificare a che distanza iniziare a vendere opzioni, applicando le strategie migliori e più appropriate caso per caso.

Trading di profitto nella stagione degli earnings

Lo spirito giusto per fare trading di profitto durante la stagioni degli earnings non è puntare al rialzo o ribasso di un titolo, come fossimo al casinò. Questo approccio, esattamente come nel gioco d’azzardo, dopo poco porta inesorabilmente alla dispersione del capitale. Meglio stare dal lato giusto del banco incassando i premi che la volatilità ci paga. Trade dopo trade. Earnings dopo earnings. 

Vuoi imparare a guadagnare il 50% annuo con le Opzioni Vanilla?

Ti forniamo ciò di cui hai bisogno.

Francesco Mondani
  • 3 Posts
  • 0 Comments
Musicista, amante dell’arte e del design e appassionato di investimenti sin dai tempi del liceo. Con un fiuto per gli affari da fare invidia al miglior venture capitalist, è in grado di riconoscere subito il valore di idee e macro trend del futuro, traendone grossi profitti.