SPY: rinascere dalle ceneri

spy

Oggi torniamo ad essere operativi parlando di SPY, per scaldare i motori prima dell’ inizio del trading club che partirà il 25 di Gennaio.

SPY: come affrontare l’attuale situazione

Inizio l’ articolo con una citazione “quando tutti dicono di si, io mi sento in obbligo di dire di no”, in effetti nelle ultime giornate e settimane doveva esserci la fine del mondo sui mercati, e proprio per questo motivo mi sono convinto che nelle prossime settimane i mercati potrebbero avere un rimbalzo.

Bisogna fare qualche dovuta premessa prima di proporre l’operazione.

Negli ultimi anni i mercati, a parer mio, sono cresciuti in maniera esagerata rispetto ai veri valori dell’economia globale, soprattutto perché “drogati” da iniezioni continue di liquidità da parte delle banche centrali.

A fronte di una crescita così decisa anche la discesa delle ultime settimane mi è parsa esagerata rispetto alle news macroeconomiche. E’ vero che la Cina sta rallentando, tuttavia la situazione europea è sicuramente più solida rispetto a 3-4 anni fa.

Per questi motivi la strategia che vado a proporre su SPY ( Etf dell’S&P 500) è la seguente:

BUY CALL 190 SCADENZA 18 MARZO

SELL CALL 195 SCADENZA 18 MARZO

 

spy - payoff

Risk Navigator sulla posizione, la linea tratteggiata indica il payoff a scadenza

 

Il massimo profitto è di circa 270$ contro una massima perdita di circa 225$.

La strategia dovrebbe restare in piedi per non più di 30-35 giorni al fine di non vedere il valore scendere in maniera troppo importante il valore delle opzioni a causa del decadimento temporale.

Per quanto riguarda la gestione della strategia vi invito calorosamente a seguirci nel trading club a partire dalle prossime settimane.

 

Andrea Arnesano
  • 95 Posts
  • 8 Comments
Analista e Top Trader in opzioni, gestisce i clienti nella loro operatività sui derivati e anima il Trading Club Multiday.