SPY e EURO: segnali importanti

spy

Ben ritrovati a tutti,
oggi vorrei portare l’attenzione su due titoli che hanno dato segnali particolarmente importanti nelle ultime settimane, ovvero SPY, etf dell’ S&P 500, e l’ euro-dollaro.

SPY: all’ombra della Fed

Andando a vedere SPY sembra che il titolo abbia, in quest’ultima settimana, trovato la forza per rilanciarsi dopo il crollo avvenuto a fine agosto. In particolare nella giornata di ieri il titolo è riuscito a rompere la resistenza in area 205$ andando a chiudere a 205.26$.

La giornata di oggi potrebbe risultare dunque decisiva per capire se effettivamente il titolo possa tornare sui livelli precedenti in area 210-215$.

Un paio di considerazioni sul titolo tuttavia mi sembrano doverose in quanto questa volta, a differenza di quelle nel passato, ci sono sempre più ombre che accompagnano questa crescita.

In primis bisogna tenere conto della Cina e dei dati, spesso discutibili, che vengono rilasciati in merito alla sua economia. Un nuovo scandalo, non così improbabile, potrebbe comportare un’ ondata di vendite sui mercati.

Altra ombra è dovuta al possibile rialzo dei tassi di interesse negli Stati Uniti. Yanet Yellen sembra che stia facendo di tutto per rimandare l’ineluttabile in quanto la crescita attuale è oramai da troppo tempo sostenuta dalla Fed.

Ultima delle maggiori ombre è dovuta dalla questione Greca delle quale nessuno parla ma che è più attuale che mai. Anche qui si è trovato un poco di pace che pare potrebbe cessare alle prossime elezioni che potrebbero sconvolgere nuovamente tutti i piani degli investitori.

Tuttavia noi dobbiamo attnerci sempre a quello che vediamo e non a quello che “potrebbe succedere”, quindi attenendoci ad oggi guardiamo con grande attenzione a quali valori andrà a chiudere SPY per avere un’ idea più chiara di quanto stia accedendo.

 

spy

Grafico SPY, 6 mesi candele giornaliere

 

EURO-DOLLARO: le conseguenze post Draghi

Per quanto riguarda l’ euro-dollaro invece la moneta più scambiata al mondo continua nella sua marcia laterale che credo dovrebbe durare almeno fino alla fine dell’ anno.

La resistenza in area 1.1450 è stata testata nuovamente arrivando a sfiorare 1.15.

Tuttavia il titolo dopo un paio di giorni è rientrato a 1,1350 e dopo il discorso di ieri di Mario Draghi al momento lo vediamo galleggiare in area 1,11-1,115.

eur

Grafico EUR futures Dicembre 2015, 6 mesi candele giornaliere

 

Buon per noi che all’interno del trading club abbiamo venduto, tre giorni fa, call a 1,18.

Ovviamente la gestione pratica dei trades e l’evoluzione della situazione su questi mercati verranno visti e approfonditi all’interno del Trading Club.

 

 

Fonte: CNBC

Andrea Arnesano
  • 95 Posts
  • 8 Comments
Analista e Top Trader in opzioni, gestisce i clienti nella loro operatività sui derivati e anima il Trading Club Multiday.