Regime Forfettario 2019: Professionisti senza cassa

Regime Forfettario 2019 per professionisti senza cassa

In questa sezione, la nostra dottoressa commercialista Ilenia Cerri risponde alle domande dei nostri lettori. Quella di questo articolo riguarda i professionisti senza cassa.

 

In passato ho avuto la Partita IVA aperta per 8 anni pagando la previdenza alla cassa Ingegneri Inarcassa.

Nel caso riaprissi la mia partita IVA, sempre in regime forfettario, però cancellando la mia iscrizione all’Albo degli Ingegneri, risulto professionista che non appartiene ad una cassa di previdenza specifica per cui devo in questo caso necessariamente essere iscritto alla gestione separata INPS?

 

Chi sono i lavoratori autonomi senza cassa

I Lavoratori autonomi “senza cassa” sono tutti quei liberi professionisti o freelance che svolgono un’ attività professionale non regolamentata da nessun Albo Professionale. Fanno parte di queste categorie ad esempio:

  • Webmaster, web designer, grafici;
  • Traduttori, copywriter;
  • Consulenti;
  • Personal Trainer, fisioterapisti;
  • Guide turistiche;
  • Fotografi freelance;
  • Amministratori di condominio;
  • E molti altri.

 

La gestione separata dell’INPS

Tutte queste attività professionali hanno l’obbligo di pagare i propri contributi previdenziali INPS alla gestione separata.

La nota positiva della Gestione Separata INPS è data dal fatto che, al contrario della Gestione Commercianti o Artigiani, non presenta alcuna quota di contribuzione fissa o minimale da dover garantire.

I Contributi INPS in Gestione Separata vengono quindi calcolati esclusivamente in percentuale sul Reddito Lordo (Fatturato* Coefficiente di redditività). In assenza di fatturato non sarà dovuto alcun versamento di Contributi INPS. La percentuale di contribuzione dal 1 Gennaio 2017 è pari al 25,72% da calcolare sul reddito lordo.

Un esempio concreto

 

Per chiarire meglio come vengono calcolati gli importi INPS ed imposta sostitutiva da versare nel regime forfettario vi propongo questo esempio:

 

Consulente/ Professionista ( senza cassa)  con reddito pari a 65.000 €

Coefficiente di redditività 78%

Aliquota gestione separata INPS: 25,72%

Aliquota Imposta sostitutiva :15%

1. Calcolo  della base imponibile

 

 

La mia base imponibile sarà data da: (compensi incassati * coefficiente di redditività)

= (65.000€ *78%)= 50.700 €

 

2. Calcolo dei contributi INPS gestione separata

I contributi INPS da versare vanno calcolati in percentuale ( 25,72%) sul reddito professionale :

INPS gestione separata: (50.700€ *25,72%)= 13.040€

 

3. Calcolo imposta sostitutiva 15%

L’imposta sostitutiva del 15% viene calcolata sulla base imponibile al netto dei contributi:

Imposta sostitutiva: (50.700€ – 13.040€) *15%= 5.649 €

 

Conclusione

Aprire una Partita IVA  per esercitare un’attività professionale “senza cassa”  ti obbliga all’iscrizione alla Gestione Separata INPS ma non ad un pagamento fisso di Contributi INPS.

Hai un quesito da porre alla nostra commercialista?

Scrivici a info@assistenzabrokers.it!

Ilenia Cerri
  • 27 Posts
  • 0 Comments
Forte della sua esperienza in uno studio internazionale di consulenza fiscale, Ilenia aiuta investitori e imprenditori a potenziare il proprio business. Specializzata in Contabilità e Fiscalità nazionale e internazionale, è iscritta all'ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili dal 2003.