in

Penny Stock: cosa c’è da sapere

penny-stock-cosa-sono
penny-stock-cosa-sono

Penny Stock: cosa sapere – Sommario

  • Secondo i più comuni dizionari finanziari, stiamo parlando di “azioni dal valore molto basso, solitamente inferiore a 5$ negli USA e 1£ in Europa, che rappresentano aziende con capitalizzazione molto bassa”.
  • Le caratteristiche delle Penny Stock sono numerose. Per esempio, sono fonte di molta speculazione, hanno poca liquidità e quindi un’alta volatilità di prezzo.

Definizione e caratteristiche principali delle Penny Stock

In questo articolo parleremo delle Penny Stock. Molto probabilmente avrai già sentito questo termine, magari in qualche film con sfondo economico-finanziario. 

Per esempio, ti ricordi il film “The Wolf of Wall Street”? al primo posto della nostra classifica dei film di finanza da vedere? In particolare, la scena nella quale Di Caprio cerca di persuadere un cliente al telefono.

In quel frangente, egli stava cercando di vendere proprio delle Penny Stock.

Di seguito spiegheremo che cosa sono più nel dettaglio, e cosa c’è da sapere oggi su questo strumento finanziario.

Definizione

Secondo i più comuni dizionari finanziari, stiamo parlando di “azioni dal valore molto basso, solitamente inferiore a 5$ negli USA e 1£ in Europa, che rappresentano aziende con capitalizzazione molto bassa.”

Tuttavia, perché queste piccole azioni sono così importanti?

In realtà, esse hanno delle caratteristiche abbastanza singolari, che possono essere a nostro vantaggio, ma anche presentare dei grandi rischi.

Per essere quotati nella borsa di New York un’azienda deve rispondere a dei requisiti ben precisi. Per fare un esempio, deve avere abbastanza volumi di scambio, quindi un’alta liquidità, oppure deve avere una certa capitalizzazione.

Uno dei requisiti fondamentali è che il valore di una singola azione deve essere di almeno 4$.

Perciò, se un’azienda non soddisfa queste priorità viene declassata nel mercato OTC (Over the Counter).

Questo è un mercato non regolamentato, e le azioni quotate in questo listino prendono il nome di Penny Stock.

Caratteristiche singolari

Naturalmente, non basta definire come Penny Stock delle aziende con un prezzo per azione molto basso. Per esempio, ci possono essere aziende con un valore azionario inferiore a 5$, ma con una capitalizzazione abbastanza alta.

Infatti, ci sono altre caratteristiche da prendere in considerazione.

Una di queste è la liquidità. Infatti, le Penny Stock hanno dei volumi di scambio giornalieri molto bassi, quindi una scarsa liquidità. Ciò vuol dire che la volatilità di prezzo può essere estremamente alta, dando grossi guadagni come anche grosse perdite di denaro.

Dunque, con volumi così bassi è anche facile speculare sul titolo, ed arbitrare il prezzo facilmente. 

Un’altra caratteristica, come anticipato prima, riguarda il mercato OTC. Essendo un mercato non regolamentato, non esiste una cosiddetta “cassa di compensazione”, che limita il rischio delle controparti.

Inoltre, non potendo reperire molte informazioni sulle stesse, sarà difficile costruirsi un quadro ben chiaro dell’azienda. Infatti ben pochi istituzionali si interesseranno alle stesse, limitandone di fatto la crescita esponenziale.

Perché le Penny Stock sono oggetto di attenzione

Nonostante non abbiano un grande valore, tantissimi investitori sono attratti dalle Penny Stock.

Il motivo può riguardare diversi fattori, l’attrattiva può dipendere per esempio dal fatto che abbiano dei prezzi molto contenuti.

Infatti, spesso si pensa che più un prezzo sia basso, più le probabilità di raddoppiare il prezzo siano alte. Questo è un errore molto comune.

Ciononostante, alcune Penny Stock possono presentare una crescita del 3-400%, anche in un solo anno. 

Ciò significa che un investitore può decidere di impiegare una parte di capitale anche in un’azienda piccola, ancora poco conosciuta.

Tuttavia, c’è da considerare il fatto che, essendoci poche informazioni sulle aziende in oggetto, difficilmente interverranno degli istituzionali. Come sappiamo, senza grosse somme di denaro investite da quest’ultimi non si avrà mai una crescita di capitale e di prezzo.

Dunque, la probabilità che si verifichi una crescita esponenziale è decisamente bassa.

Penny Stock in Italia

In Italia le Penny Stock si trovano sul mercato AIM (Mercato alternativo del capitale). Si tratta di un listino secondario, dal quale sono fuori le aziende principali e maggiormente capitalizzate del paese.

A differenza di quelle americane, quelle italiane hanno un rischio leggermente più contenuto. Infatti, non tutte le Penny Stock sono ad alto rischio e volatilità, con capitalizzazione molto bassa.

Un esempio può essere Intesa San Paolo, oppure Telecom Italia.

Conclusioni 

Arrivati a questo punto, come possiamo considerare le Penny Stock da un punto di vista borsistico? Un buono o cattivo investimento?

Naturalmente, non esiste una risposta univoca. Infatti, troverai degli investitori che ne parleranno bene, altri invece le considereranno come il male assoluto.

Di certo è difficile prevedere il futuro di aziende poco capitalizzate, a meno di conoscenze personali all’interno dell’azienda stessa.

Dunque, la risposta dipende dal tipo di investimenti che ognuno decide di intraprendere, e anche dal profilo caratteriale.

Infatti, se propendi per investimenti più tranquilli, a rischio basso e con profitti costanti, le Penny Stock saranno da evitare.

Viceversa, se sei un investitore temerario, che ama grossi movimenti di prezzo nel proprio portafoglio, sono un ottimo investimento.

La cosa più importante è definire una strategia di investimento ottimale, e attenersi alla stessa.

Autore: Enrico Ciardo

Scritto da Il Team di AB

Il Team di Assistenza Brokers e Alpha4All ti mettono a disposizione le loro conoscenze su trading e investimenti per farti accelerare sui mercati!

Borsa Italiana

Borsa Italiana: storia e origini di Piazza Affari

trend materie prime previsioni

Trend Materie Prime Previsioni 2022