Walmart, le Opzioni e un Ferragosto indigesto

Ciao a tutti e benritrovati,

in questo articolo vi voglio condividere una situazione reale che mi è capitata questa estate proprio il giorno dopo di ferragosto.

Per chi non mi conoscesse sono un analista ed un trader in opzioni da più di 10 anni, tuttavia questo non significa che sono immune dal prendere perdite sul mercato ogni tanto.

Perché di questo si tratta, di un errore, e la vita ed il trading mi hanno insegnato che è solamente tramite gli errori che si cresce.

Operazione su Walmart

In particolare si tratta di un’operazione che avevo impostato sul titolo Walmart verso metà giugno. Dopo aver fatto un’analisi che prevedeva un periodo di fiacca per il titolo a causa dell’estrema concorrenza di Amazon nel settore della rivendita al dettaglio decisi di impostare con le opzioni una strategia non rialzista denominata Bear Call.

La strategia era impostata tramite la vendita di una opzione call strike 92,5$ ed il contestuale acquisto di una opzione call strike 95$.

Tramite questa strategia mi sarei garantito un rendimento del 12% in circa 60 giorni, mica male visto che la scadenza era il 17 agosto e quindi l’avrei vista da sotto l’ombrellone.

Come si può vedere dal grafico nonostante che il titolo Walmart mi fosse girato contro arrivando ad una quotazione di circa 90$, a due giorni dalla scadenza ero ancora in profitto grazie al decadimento temporale che toglie grande valore alle opzioni.

Walmart_operazione opzioni

Quando oramai mi stavo già pregustando un ottimo profitto il 16 agosto, il giorno prima della scadenza, apro la piattaforma dal cellulare, in agosto non metto operazioni ma mi limito ad inserire stop loss su quelle già in essere e le controllo, e vedo un discreto ammanco nella liquidità.

Con grande rammarico mi rendo conto che l’ammanco derivava proprio da Walmart che in un giorno solo, senza apparenti motivi ( non erano previsti earnings) ha fatto il 10%.

walmart2

La Soluzione

Praticamente in un giorno sono passato da una situazione di profitto ad una di massima perdita. Ma non solo, considerando che il titolo ha fatto il dieci per cento in apertura sono riuscito addirittura a perdere di più della massima perdita.

Lo so che sembra una contraddizione in termini ma vi assicuro che può capitare, anche se solo in pochi lo dicono.

Tuttavia non bisogna disperare perchè avrei dovuto prendere due accorgimenti per evitarlo:

 

  1. Non lasciare mai un’operazione su un titolo azionario a ridosso della scadenza quando è così vicino allo strike venduto, infatti questi movimenti possono capitare diverse volte in un anno.
  2. Non lasciare l’ordine stop ma inserire un ordine stop limite quando si lavora con le opzioni su azioni.

Nel prossimo trimestre nel trading club parleremo anche di questo e spiegheremo alcuni elementi importantissimi quali gli ordini oca, sfruttare la volatilità a proprio vantaggio e gli ordini stop limite.

 

Se ancora non sei dei nostri contattaci e ti aiuteremo ad evitare situazioni come queste!

Andrea Arnesano
  • 89 Posts
  • 8 Comments
Analista e Top Trader in opzioni, gestisce i clienti nella loro operatività sui derivati e anima il Trading Club Multiday.