Natural Gas: stagionalità e situazione attuale

Natural Gas: stagionalità e situazione attuale – Sommario

  • Il Natural Gas è una delle più comuni materie prime energetiche.
  • Parlando di prezzo, esiste una caratteristica che, in linea generale, si può sempre considerare valida.
  • A livello di commodity spread trading, è possibile trarre profitto sia comprando sia vendendo gli spread sulle varie scadenza del Natural Gas.

Che cos’è il Natural Gas

Il Natural Gas, o in italiano gas naturale, è una delle più comuni materie prime energetiche, insieme ad esempio alla benzina o il petrolio. 

Si utilizza non solo come fonte di generazione di energia elettrica, ma anche come carburante alternativo alla benzina per autoveicoli (comunemente conosciuto come metano).

Nella vita di tutti i giorni abbiamo a che fare con il gas naturale per cucinare nelle nostre case e per far funzionare i riscaldamenti. Basta questo per capire immediatamente quanto sia importante e quanto la sua domanda possa dipendere ad esempio dalle temperature rigide invernali.

Come tradare il Natural Gas: strumenti

Come puoi intuire, l’obiettivo di questo articolo è capire come noi trader possiamo sfruttare la commodity Natural Gas per trarne profitto.

Innanzitutto abbiamo a disposizione diversi strumenti. 

  • NG: future del Natural Gas, quotato sul New York Mercantile Exchange (NYMEX). Si tratta di uno strumento piuttosto volatile, consigliato a chi a esperienza.
  • UNG (United States Natural Gas Fund): ETF americano, quotato sul New York Stock Exchange Arca (NYSE Arca). È tradabile direttamente solo da clienti professionali. Tuttavia, possiamo operare tramite le opzioni. È un po’ più tranquillo del future e ci permette operazioni un più rilassate.

Stagionalità: il nostro prezioso alleato

Esiste una caratteristica che, in linea generale, puoi sempre considerare valida. Più fa freddo, più la domanda di natural gas cresce e quindi teoricamente anche il prezzo del gas naturale

Bisogna tenere conto però di alcuni aspetti. 

  1. Il freddo che interessa a noi trader è quello negli Stati Uniti d’America e in Canada. Questo inevitabilmente influenzerà l’import e l’export dei giganti citati, i quali, non a caso, sono due dei maggiori produttori mondiali. Quindi se si prospetta un inverno molto rigido negli USA, possiamo aspettarci anche un possibile rialzo del sottostante nei mesi di ottobre e novembre, quando inizieranno gli approvvigionamenti.
  2. Il secondo punto è relativo allo stoccaggio della materia prima, sempre con focus esclusivamente negli USA. Più avremo disponibilità di Natural Gas, più probabilmente il prezzo potrà salire ma fino ad un certo punto. Se la scorta è bassa rispetto alla domanda, infatti, il prezzo è probabile che esploda. Viceversa, se le scorte sono abbondanti, l’innalzamento del prezzo sarà tendenzialmente più contenuto.

Natural Gas: situazione attuale del mercato

Quest’anno registriamo una scorta di gas naturale in linea con la media degli ultimi 5 anni, certamente maggiore rispetto al 2018. Le temperature negli USA, poi, sembrano essere nella norma, senza freddi improvvisi e prolungati previsti. Infine, per quest’inverno si prevede una temperatura leggermente più rigida rispetto alla media nelle regioni del nord, mentre nel centro sud addirittura le temperature potrebbero essere anche più calde rispetto alla media.

Possiamo affermare quindi che probabilmente le forti impennate di prezzo che abbiamo visto l’anno scorso non dovrebbero verificarsi.

Nel grafico qui sotto, puoi vedere l’andamento del future di marzo aggiornati ai primi di novembre.

Future natural gas novembre 2019
Grafico 1. Future natural gas, aggiornato ai primi giorni di novembre 2019

Natural Gas: risvolto operativo con il Commodity Spread Trading

Commodity Spread Trading

A livello di commodity spread trading, è possibile trarre profitto sia comprando sia vendendo gli spread sulle varie scadenze del Natural Gas, ricordandosi ovviamente che non sono mai spread di poco conto. Anzi, insieme alle carni, gli energetici sono i più volatili.

Quando c’è alta volatilità, è sempre bene fare molta attenzione e valutare tutte le variabili e attenersi rigorosamente alle regole di money management.

Nel grafico sottostante vediamo, ad esempio, un’opportunità che si sta manifestando in direzione short sullo spread tra i contratti di maggio 2020 e luglio 2020. La stagionalità ribassista sembra prossima ad iniziare e la durata può essere anche sufficientemente lunga per permetterci una gestione accurata del trade.

spread tra i contratti di maggio 2020 e luglio 2020
Grafico 2. Spread tra i contratti di maggio 2020 e luglio 2020

Le tematiche affrontate in questo articolo vengono spesso riprese all’interno del Trading Club. Se sei interessato a saperne di più tu invito a seguirci e ad iscriverti.

Richiedi la tua settimana di Trading Club

Unisciti all’unico trading in diretta d’Italia con i nostri top trader e la nostra folta community, che raggiungono risultati medi annuali del +50%.

Daniele Casalino
  • 2 Posts
  • 0 Comments
Stimolato e ispirato dalle idee imprenditoriali di successo, vanta alle spalle una carriera in multinazionali nel campo della comunicazione e del digital. Sempre un passo al di fuori della sua zona di comfort, è alla continua ricerca di nuove sfide personali.