Muhammed Alì: The Greatest

muhammed

Ben ritrovato, oggi mi sembra doveroso spendere qualche parola per quello che è stato definito il più grande sportivo dell’epoca moderna: Muhammed Alì.

MUHAMMED ALI’: come diventare leggenda

Dal mio personale punto di vista non è stato il più grande in termini di vittorie e trofei, perché tanti altri atleti hanno vinto molto più di lui, tuttavia lui fu il primo, di un certo rilievo, a capire l’importanza della comunicazione e a vincere le proprie battaglie ancora prima di salire sul ring.

La determinazione con il quale affrontava le conferenze stampa e i giornalisti guardandogli dritti negli occhi in segno di sfida e senza mai abbassare lo sguardo la diceva lunga di che tipo di persona stiamo parlando.

La sua prima forza non era nelle braccia o nella sua velocità, ma era nella sua testa.

Lui era il più forte perché se lo era messo in testa, perché se ne era convinto fortemente. Se lo ripeteva ogni giorno ed ogni giorno lo gridava a gran voce ai media.

Sono molte le sue frasi celebri, come quando prima del suo più importante combattimento a Kinshasa in Zaire contro George Foreman, durante la sua conferenza stampa dopo un discorso basato sulla sua velocità e cattiveria gridò in faccia all’ avversario: “I’ll show you how great I am!” Ovvero, mostrerò quanto sono grande! Ecco li aveva vinto, ancora prima di salire sul ring.

Grazie a questo suo atteggiamento ha sempre avuto dalla sua parte il popolo, non i potenti, ma il popolo che lo idolatrava e lo amava.

Venendo a noi come possiamo prendere spunto da quello che Muhammed Ali ha rappresentato non solo per lo sport ma per il mondo moderno?

La determinazione e la costanza delle sue azioni, questo è lo spunto che deve essere per tutti noi.

Ogni giorno della sua vita professionale si metteva in testa che sarebbe stato il meglio, che era il migliore. Si creava un mind set positivo e poi lavorava duramente per raggiungere il suo risultato. E questa è la differenza tra un vincente ed un perdente.

Certamente non possiamo essere tutti dei Muhammed Ali, ma sono convinto che ognuno possa raggiungere i suoi obiettivi attraverso la determinazione, la costanza e nel nostro caso anche grazie al lavoro di squadra.

Per concludere vi lascio con la sua frase più famosa: Sii leggero come una farfalla e pungente come un’ape.

Interpretandola personalmente io l’ho sempre letta in questo modo. Vivi in maniera tranquilla e spensierata, ma quando è il momento di agire colpisci.

Andrea Arnesano
  • 95 Posts
  • 8 Comments
Analista e Top Trader in opzioni, gestisce i clienti nella loro operatività sui derivati e anima il Trading Club Multiday.