in

MARGINI: evitiamo la Margin Call

margini_logo

Buongiorno,

quando si parla di trading non si può non parlare di margini, quella parte della nostro liquidità che viene impegnata dal broker per permetterci di aprire una posizione sul mercato.

MARGINI: attenzione a ciò che facciamo

E’ importante considerare che la piattaforma Trader WorkStation ti permette di controllare in qualunque momento il margine necessario ad aprire una posizione e l’eventuale somma di denaro impegnato per trade già eseguiti. Questo è sicuramente un valore aggiunto importante perché evita la possibilità di perdere il “controllo” del tuo conto trading.

All’interno della finestra CONTO della piattaforma troviamo la voce “Requisiti di margine” che sintetizza la tua situazione attuale.

margini_icona_conto

margini_conto

 

In più, un’altro strumento permette di controllare questi dati: il Cruscotto del Trader (o Trader Dashboard). Questa features della piattaforma è personalizzabile e permette di tenere sotto controllo la maggior parte delle informazioni fondamentali del nostro conto trading (tra cui proprio i margini!) e non solo. Il mio collega Paolo Zambarbieri ha scritto una guida a riguardo che ti invito a leggere se vuoi approfondire l’argomento.

margini_dashboard

 

MARGINI, DOVE VI TROVO?

Ciò che mi preme spiegare però è rispondere alla domanda principale che mi ha spinto a scrivere questa breve guida: dove e come trovo il prospetto dei margini necessari ad aprire una posizione?

Ancora prima di preparare l’ordine che ti permetterà di aprire una posizione è possibile visionare tutta una serie di informazioni riguardo il sottostate selezionato che ci permettono di capire la natura dello stesso. Tra queste informazioni troviamo anche il prospetto dei margini richiesti.

Ti basta aprire la “Descrizione del contratto” (tasto desto del mouse sul sottostante >> Info Contrattto >> Descrizione) e soffermarti sulla parte inferiore della finestra appena aperta.

margini_ES_contratto

Qui troviamo la voce “Requisiti di margine attuali”, la quale riporta 4 punti importanti:

  • Iniziale infra-giornaliero, il margine necessario per aprire la posizione.
  • Mantenimento infra-giornaliero, con cui si intende la disponibilità minima di liquidità sul conto per mantenere la posizione aperta.
    In questo caso se tu avessi 3006,5$ sul conto potresti aprire la posizione e poi andare in loss di circa 600$ prima di finire in richiamo di margine (vedi sotto cosa comporta).
  • Iniziale overnight, il margine necessario se manteniamo la posizione per più giorni.
  • Mantenimento overnight, stesso ragionamento del Mantenimento infra-giornaliero ma considerando una posizione multiday.

 

CONCLUSIONI:

A questo punto sei in grado di stabilire se un’operazione influisce troppo sulla tua liquidità o se, in base alla tua operatività, puoi permetterti di inserirla a mercato.

Ricordati che la cosiddetta situazione di “richiamo di margine” (Margin call) non è ingestibile ma comporta dei cambi sul tuo piano di trading. In questo caso Interactive Brokers inizierà a chiudere in automatico le posizioni più “pesanti” in termini di marginazione per riportare il conto ad avere una liquidità disponibile per permetterti di continuare ad operare. Nel peggiore dei casi invece, viene richiesto di effettuare un bonifico per aumentare la tua disponibilità di portafoglio.

Situazioni evitabili e da evitare assolutamente per non alterare lo stato del nostro conto.

In conclusione posso dirti di non avere fretta nel mettere posizioni a mercato. Costruisci il tuo piano di trading e analizza il “peso” di un nuovo trade. In questo modo avrai sempre il pieno controllo del tuo conto e dei tuoi soldi.

 

Scritto da Il Team di AB

Il Team di Assistenza Brokers e Alpha4All ti mettono a disposizione le loro conoscenze su trading e investimenti per farti accelerare sui mercati!

le opzioni

Le opzioni: come diversificare il portafoglio

amazon

[VIDEO] AMAZON: titolo sotto la lente