Libra, cosa sapere sulla nuova criptovaluta di Facebook

Facebook presenta Libra. Questa nuova criptovaluta porterà alla rivoluzione del sistema monetario?

Oggi parliamo di un argomento attuale e che a mio personale parere potrà cambiare il sistema monetario internazionale. In un certo senso quindi potrà rivoluzionare l’economia di tutto il mondo. Dopo i pagamenti a portata di smartphone e dopo la regolamentazione, non standardizzata, della macro classe della blockchain, il 18 Giugno, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha presentato la sua nuova criptovaluta chiamata “Libra”. Sarà operativa a partire dal 2020 e si presume possa fruttare a Facebook circa 3 miliardi di dollari di entrate in più entro il 2021.

 

Facebook e Libra: l’effetto sul Bitcoin

Gli effetti della nuova valuta made in Facebook si fanno già sentire e spingono a rialzo le quotazioni del Bitcoin. Infatti, come mostrato dal grafico qui sotto, il Bitcoin riprende quota 10.000$.

Libra nuova criptovaluta Facebook
Libra: gli effetti della nuova criptovaluta sulle quotazioni del Bitcoin.

 

Libra, cosa succederà con la nuova criptovaluta di Facebook

Perché è importante parlare di questo? Perché per la prima volta, circa 2 miliardi di persone, gli attuali utenti che utilizzando i servizi di Mark Zuckerberg, potranno utilizzare e scambiarsi tra di loro una nuova moneta senza alcun intervento di una banca centrale.

Sarà infatti la Libra Association a gestire la valuta, un gruppo composto non solo da Facebook ma da altri business mondiali che fanno parte dei settori finanziari e tecnologici tra cui Mastercard, Visa, Uber e Paypal.

 

Chi gestirà Libra e come sarà regolamentata la nuova criptovaluta di Facebook

Libra, come accennato sopra, è una criptovaluta che entrerà nella blockchain e sarà regolamentata grazie ad un paniere di titoli di stato e una riserva di valute e, tra cui troviamo sia il dollaro che l’euro, che ne garantiranno stabilità e difesa da ogni forma di speculazione.

L’offerta di Libra aumenterà o diminuirà a seconda della popolarità. Se il popolo “social” ne vorrà di più allora Libra Association acquisterà più dollari, euro o titoli di stato per offrire più quantità di valuta. In caso contrario la società andrà a bilanciare ed eliminare la quantità di Libra presente sul mercato.

 

Libra, cosa significa il nome scelto per la nuova criptovaluta di Facebook

Il nome scelto per la nuova criptovaluta di Facebook non è casuale. Infatti, Libra fa riferimento al segno zodiacale della Bilancia. Inoltre, in francese è aggettivo di libertà, segno che il principio della creazione di questa valuta è volto ad una libertà di denaro e giustizia. 

 

I vantaggi di Libra

Ma è necessario introdurre questa nuova valuta? Ci sono diversi ambiti in cui questa valuta può davvero tornare utile.

È sicuramente assodato che nella gran parte dei Paesi del mondo vengono accettati sia gli euro che i dollari. Soprattutto per quest’ultimi, ci sono molti Stati, come lo Zimbawe, che utilizzano proprio il dollaro USA al posto della valuta nazionale perché enormemente inflazionata.

Proprio per questi Stati può essere un beneficio. Infatti, essi potranno usufruire di una nuova valuta di facile accessibilità e che potrà possedere un valore più alto di quella statale.

Oltre a questo, Libra può essere molto comoda per piccoli passaggi di denaro, da chi vive all’estero e vuole spedire dei soldi alla famiglia, a chi viaggia spesso e non vuole rapportarsi con le banche per via delle alte commissioni richieste per il cambio valuta. Da qui appunto l’idea di una criptovaluta “controllata” e che non perda valore sul lungo periodo.

 

Libra, dubbi e problemi suscitati

Con Libra, arrivano anche i primi dubbi e i primi problemi per Zuckerberg.

In particolare, dopo 1 settimana dall’annuncio si presentano le prime polemiche e i primi dubbi dal mondo politico e da quello finanziario. In particolare mettono in guardia i vari Stati sui rischi che il sistema bancario internazionale potrebbe correre con l’ingresso di Libra nella macroeconomia.

Oltre a questi dubbi, più che leciti, a quanto pare il logo proposto sempre da Facebook sembra aver copiato il marchio di una start up americana chiamata Current, specializzata nei servizi bancari.

 

Il futuro di Libra

Per concludere, la strada sarà sicuramente molto lunga e piena d’insidie. Vedremo, quindi, tutti insieme cosa accadrà a partire dal 2020 con questo radicale cambiamento.

Ne ho parlato anche all’interno del nostro Trading Club

Richiedi la tua settimana di Trading Club

Unisciti ai nostri top trader e alla nostra community in diretta sui mercati!

Paolo Zambarbieri
  • 80 Posts
  • 17 Comments
Analista del mercato azionario e co-creatore del metodo Beta Trading, è un fine conoscitore anche delle Opzioni Vanilla e della piattorma di trading Trader WorkStation.