in

Juventus: analisi del titolo

juventus

A seguito della gentile richiesta di un membro della nostra community iscritto al Trading Club, torniamo ad analizzare il titolo Juventus analizzato nei precedenti edizioni.

JUVENTUS: un’opportunità da poter sfruttare

Dal punto di vista fondamentale la società Juventus Spa ha assistito, in questi ultimi 5-6 anni, ad una vera e propria svolta che l’ha portata a diversificare i ricavi con l’obiettivo di essere “anticiclica” rispetto ai risultati sportivi.

Il primo passo in questa direzione è stata la costruzione del nuovo stadio che sta garantendo introiti costanti, sia direttamente con gli incassi delle partite sia per le attività correlate. Il secondo passo sono le iniziative di internazionalizzazione e di rilancio del marchio attraverso iniziative nel campo della ristorazione e commerciali, attraverso contratti con sponsor regionali.

Dalla stagione 2015/2016 sono in essere anche nuovi contratti con lo sponsor principale e lo sponsor tecnico che garantiranno introiti maggiori agli anni precedenti superiori ai 20 milioni di euro l’anno.

Il  prossimo anno verrà inaugurato il progetto immobiliare “Continassa” che si sviluppa in prossimità dello stadio su una superficie di oltre 150.000 mq, promosso attraverso un fondo immobiliare. Il progetto garantirà ancor più ricavi e prestigio a livello internazionale in quanto ospiterà tra l’altro proprio una scuola di standing internazionale.

Nonostante questi sforzi, amplificati dai risultati sportivi di questi ultimi anni, dobbiamo però assistere agli enormi distacchi in termini di fatturato con i principali club Inglesi, spagnoli e tedeschi, dovuto principalmente  al fatto che il movimento del calcio Italiano è più preoccupato a fare giochini di breve respiro piuttosto che a pianificare strategicamente uno sviluppo di lungo periodo.

Il fatto che i diritti televisivi del calcio inglese siano venduti per oltre 3 miliardi contro 1 miliardo del calcio italiano o che Adidas riconosca all’anno quale sponsor tecnico quasi 100 mln di euro al Manchester o 140 milioni di euro al Real Madrid contro i 30 mln di euro riconosciuti alla Juventus, che è la squadra italiana con più introiti a livello nazionale, la dice tutta.

Il primo approccio di analisi della società è la comparazione con il maggior competitor a livello internazionale quotato nei mercati finanziari (NYSE), il Manchester United che capitalizza 2.2 miliardi di euro a fronte di un  fatturato di circa 600 milioni di euro.

La Juventus capitalizza 250 mln di euro a fronte del fatturato di circa 330 mln di euro.

Non dico che la Juventus debba avere gli stessi numeri visto il contesto nazionale ma possiamo notare una potenziale e consistente sottovalutazione avvalorata anche dalle valutazioni che la rivista Forbes fa due volte all’anno per tutti i club calcistici.

Tecnicamente il titolo ha mostrato particolare forza in questi mesi, nonostante la pressione ribassista sui mercati, amplificata sulle small cap.

Se analizziamo in dettaglio l’andamento dei prezzi nel grafico notiamo come le quotazioni sembrano disegnare una figura rialzista che troverebbe l’innesco solo al superamento di 0.27-0.28 euro. Negativa sarebbe invece la discesa sotto i 0.22 euro.

juventus lungo periodo

juventus medio periodo

juventus breve periodo

Grafici JUVE, rispettivamente di lungo, medio e breve periodo

 

In conclusione, anche considerando gli ultimi dati di bilancio diffusi (ottimi nel primo semestre, la Juventus chiude l’anno fiscale al 30 giugno di ogni anno) i quali hanno registrato utili in crescita del 31% e un utile di 30 milioni, l’andamento dei prezzi non segnala nessun segnale operativo anche se questa forza relativa rispetto al mercato deve farci porre particolare attenzione su questo titolo.

Scritto da Il Team di AB

Il Team di Assistenza Brokers e Alpha4All ti mettono a disposizione le loro conoscenze su trading e investimenti per farti accelerare sui mercati!

internet of things

Iyernet of things: alle porte della quarta rivoluzione

analisi tecnica

ANALISI TECNICA: Domande & Risposte