Investitori traditi dal fondo gestito LJM

LJM Funds vs VIX: -80% in 2 giorni per il fondo gestito

Potrebbe non sembrare grave che un fondo gestito perda soldi. Succede. Soprattutto se si tratta di investimenti ad alto rischio sul VIX, l’indice della paura.

Quello che è recentemente successo a LJM Preservation and Growth però è un po’ diverso. Il fondo veniva venduto, anche nell’informativa, come un prodotto finanziario di investimento sicuro e adatto a padri di famiglia, garantendo investimenti decorrelati dai movimenti del mercato.

 

Cosa faceva il fondo in realtà

I due gestori del fondo, Anish Parvataneni e Anthony Caine, utilizzavano invece strategie speculative ad alto rischio, vendendo opzioni naked sull’S&P500 con leve molto alte. Tutto all’insaputa dei loro clienti e delle autorità di regolamentazione.

Sul loro sito, tuttora online, si trova uno scalatore in procinto di scalare una montagna innevata e nella loro brochure si legge: “Fai della volatilità il tuo alleato”. Solitamente “Gli investitori associano la volatilità con l’instabilità dei mercati, invece può essere utilizzata a proprio vantaggio per avere profitti slegati dai mercati.”

Risultato?

Il 5 febbraio 2018 il fondo da $772 milioni ha visto le sue azioni (ticker: LJMAX) scendere da $9.67 a $4.27. Insomma una perdita del 55,8%, di cui gli investitori rimasero ignari fino al giorno successivo. Giorno in cui il titolo  soffrì un ulteriore ribasso che portò le azioni a $1.94.

Ricapitolando, in 2 giorni il titolo ha perso l’80%.

 

Scommessa contro il VIX: un disastro annunciato

I prezzi delle opzioni dello Standard & Poor’s 500 sono in parte determinati dalla volatilità dei mercati, infatti, più il mercato sarà volatile più probabilità ci saranno che le opzioni raggiungano lo strike e diventino profittevoli.  

La strategia ad alto rischio di LJM scommetteva sulla bassa volatilità, shortando il VIX. Quando il VIX ha raddoppiato il suo valore in un giorno passando da 17 a 37 per la prima volta nella sua storia, la scommessa si è rivelata sbagliata e i risultati disastrosi.

Ovviamente, non è stato solo il fondo LJM a soffrire di questo movimento storico della volatilità, ma anche altri. La differenza sta nel fatto che questi altri fondi erano indirizzati espressamente a speculatori sul breve periodo e non ad investitori a lungo termine, come invece accadeva per LJM.

 

Conclusione

Ora, i grandi studi legali statunitensi specializzati in class action nel settore finanziario si stanno preparando alla battaglia. Diverse le cause intentate al fondo LJM per aver tradito la fiducia dei risparmiatori e allocato i soldi investiti in modo diverso da quanto promesso.

 

Sei sicuro di sapere in che modo i fondi gestiti a cui ti affidi stanno investendo i tuoi soldi? Non sarà arrivato il momento di pensarci da solo?

 

Inizia dalle basi con i nostri Corsi di Trading

 

 

Fonti: Il Sole 24 Ore, Barron’s

Silvia Pallavicini
  • 20 Posts
  • 0 Comments
Avida ricercatrice con anni di esperienza nella comunicazione sui mercati europei come traduttrice e ideatrice di contenuti. Interessata da sempre alle correnti psico-sociologiche che muovono il mondo, le applica ora al trading.