in

Imprenditrici di successo che hanno fatto la storia

Imprenditrici di successo
Imprenditrici di successo

Grandi imprenditrici di ieri e di oggi: 6 storie a confronto

Se gli imprenditori di successo occupano gran parte delle pagine dedicate a finanza ed economia, raramente i media lasciano spazio all’imprenditoria femminile e alle sue imprenditrici di successo.

Vedremo cosa ha portato loro ad affrontare il mondo dell’imprenditoria, e quali ostacoli hanno dovuto superare.

L’imprenditrice, o meglio imprenditrice digitale – come ama definirsi lei -, più nota al giorno d’oggi è senza dubbio Chiara Ferragni, di cui avrai sentito parlare nel bene o nel male almeno una volta. Tuttavia, ci sono tante altre donne che hanno scritto una pagina importante di storia, molto meno conosciute.

Ci immergeremo nel passato, ma anche nel presente, attraversando l’America e passando per l’Italia.

Il mondo dell’imprenditoria è formato da tantissime storie incredibili di grandi personalità, e di seguito andremo a scoprirne alcune.

Grandi imprenditrici di successo del presente

Norma Cerletti (29 anni)

Fondatrice e co-proprietaria di “Norma’s teaching Srl”, Norma Cerletti oggi è un’imprenditrice, molto conosciuta nel mondo dell’insegnamento.

La sua carriera lavorativa inizia fin da giovane, quando viaggia in America per conseguire la certificazione Celta e poter insegnare inglese. Successivamente, ottiene un posto di lavoro stabile, che poi lascia perché non si sentiva realizzata e apprezzata.

Per superare le difficoltà economiche, decide di sfruttare le sue capacità di insegnamento utilizzando il mondo del web. In poco tempo, grazie a una formazione continua nel mondo del business online, crea e consolida una community di seguaci. Oggi sono più di 700 mila le persone che la seguono su Instagram.

Ma cosa di cosa si occupa questa imprenditrice di successo nello specifico? Devi sapere che Norma offre dei corsi di inglese online, che riscuotono molto successo grazie al suo innovativo metodo di insegnamento. Inoltre, pubblica settimanalmente sul suo profilo dei mini corsi gratuiti online a tema, adatto anche per chi ha poco tempo.

Nei primi 6 mesi di attività, “Norma’s teaching Srl” ha fatturato più di 1 milione di euro.

Silvia Wang (35 anni)

Silvia Wang è la fondatrice della piattaforma per i servizi professionali “ProntoPro”.

Figlia di immigrati cinesi, ella inizia studiando marketing management a Milano, dove si laurea nel 2012. Comincia fin da subito a lavorare in Indonesia per “Rocket Internet”, un’impresa tedesca di servizi internet.

Si trova molto bene. Tuttavia, le motivazioni sentimentali e personali la spingono a non vedere lì il suo futuro.

Ben presto lascia il suo lavoro per mettersi in proprio. Tutto inizia con molte idee ma pochi strumenti a disposizione. L’intento è quello di creare una startup, e attrarre degli investitori.

Dopo numerose porte chiuse in faccia, Silvia Wang riesce ad inserirsi in un mercato ancora spoglio di competitori. Con Pronto Pro, crea una piattaforma che permette ai liberi professionisti e non solo di offrire le loro prestazioni. Inoltre, permette anche ai richiedenti di trovare dei professionisti adatti alle loro esigenze.

Oggi ProntoPro è in continua crescita, con un team di specialisti sempre più corposo.

Grandi imprenditrici di successo del passato

Madame C. J. Walker (1867-1912)

La storia di Madam C. J. Walker è un po’ più datata. Allo stesso tempo, però, ci ispira a volere sempre di più dalla vita.

Nata negli USA, in Louisiana, figlia di schiavi, divenne la prima della famiglia divenuta libera. 

Fin da giovanissima rimane orfana e vive con la sorella. A 6 anni è costretta ad interrompere la scuola e a 14 si sposa per sfuggire ai maltrattamenti del cognato.

È qui che inizia il suo primo lavoro di lavandaia. A causa delle pessime condizioni igieniche in cui si trovava, Madam soffrirà di alopecia, cioè perdita di capelli.

Proprio grazie a questa condizione Madam pian piano riesce a ritagliarsi un posto nel mercato dell’epoca. Infatti, inizia da una lozione per contrastare la caduta dei capelli, fino a mettersi in proprio e creare una propria impresa.

A quel tempo le donne non avevano spazio nel mondo dell’imprenditoria. Tuttavia, grazie alla sua tenacia, Madame riesce ad ottenere fiducia dagli investitori e creare un vero e proprio impero.

Il suo percorso viene raccontato nella serie Self-made: la vita di Madam C.J. Walker, disponibile su Netflix. 

Luisa Spagnoli (1877-1935)

Ora torniamo in Italia, con una donna che è entrata nella storia ideando un prodotto largamente consumato ancora oggi.

Si tratta del “Bacio Perugina”, un caposaldo dell’industria dolciaria italiana e non solo.

La sua storia inizia a Perugia, dove Luisa dirige assieme al marito e al socio Francesco Buitoni una piccola fabbrica. Il marchio su cui lavorano si chiama “Perugina”. Era nata come drogheria, specializzata nella produzione di cioccolatini.

Proprio con questo marchio Luisa ha l’idea di amalgamare i resti dell’impasto di nocciola utilizzato per i cioccolatini con altro cioccolato.

Inserendo una nocciola al suo interno, ecco che il cioccolatino assume una forma bizzarra, che in seguito deciderà di chiamare “Bacio”.

Luisa Spagnoli muore a causa di un tumore all’età di 58 anni, lasciando un’azienda sana e florida, che avrà numerose soddisfazioni.

Oggi, la Perugina è di proprietà della Nestlè, con più di 600 dipendenti, e la sede produttiva situata a Perugia. 

Elizabeth Arden (1878-1966)

Florence Nightingale Graham, per tutti Elizabeth Arden, ha scritto la storia nel mondo della cosmesi.

Saro forse di parte, ma devi sapere che è stata la prima donna che ha cambiato la concezione dell‘utilizzo del rossetto, inventando anche le creme per il viso. Infatti, fu proprio lei a spingere le donne a truccarsi in nome dell’emancipazione, non soltanto dell’abbellimento fine a se stesso.

Inoltre, introdusse per la prima volta il trattamento completo di bellezza, comprendente anche il massaggio per il viso e il “total look”. In altre parole, fu la prima ad introdurre un trattamento completo, con rossetto, fondotinta, smalto, unghie ecc.

Partendo da un salone di bellezza, Elizabeth riuscì a creare un vero e proprio impero, successivamente anche quotato in borsa (RDEN). 

La svolta avvenne anche grazie alle sue campagne pubblicitarie, che promuovevano un unico colore a simboleggiare la donna: il rosso.

Il suo brand arriva anche tra le dive di Hollywood, le quali lo resero famoso in tutto il mondo.

Olive Ann Beech (1904-1993)

Forse la meno conosciuta, ma non meno importante, Olive Ann Beech divenne famosa per essere stata un’abilissima donna d’affari e presidente della società “Beech Aircraft Corporation”, leader nella produzione di areoplani.

Olive comincia la sua carriera lavorando come contabile presso un’azienda di fornitura per appaltatori elettrici. Da contabile diventa segretaria e, successivamente, responsabile dell’ufficio amministrativo della società. Dopo la Grande Depressione, assieme al marito produttore di areoplani e altri ingegneri, si mette in proprio.

La società si chiamava Beech Aircraft Company. Lei si occupava degli affari, mentre il marito della produzione degli aerei.

La consacrazione avvenne durante la seconda guerra mondiale, quando l’azienda decise di convertire la produzione in aerei militari. 

Dopo la morte del marito, spettò a lei il compito di dirigere autonomamente l’azienda.

Grazie alla sua intelligenza e capacità di comando e negoziazione, la stampa la denominò The first lady of Aviation.

Quale fra queste storie ti ha incuriosito di più? Faccelo sapere nei commenti! Nel frattempo, a questo link puoi leggere l’affascinante storia di Muriel Siebert anche conosciuta come la prima donna che riuscì ad entrare a Wall Street.

Articolo originale per Limitless Blog di Enrico Ciardo

Scritto da Il Team di AB

Il Team di Assistenza Brokers e Alpha4All ti mettono a disposizione le loro conoscenze su trading e investimenti per farti accelerare sui mercati!

Migliorare il rapporto con il denaro

Come migliorare il tuo rapporto con il denaro [Guida]

credit default swap

Credit Default Swap: cosa sono i CDS? [Guida]