Economia all’idrogeno sui mercati: 5 mesi dopo

 

A distanza di solo 5 mesi… Torniamo a parlare di idrogeno.

In aprile avevamo infatti affrontato il settore dell’idrogeno in un articolo, segnalandolo come un possibile argomento da monitorare perché avrebbe potuto tornare sotto i riflettori del mercato dopo una crisi senza fine.

In questi mesi, le quotazioni dei tre titoli che avevamo segnalato BLDP, FCEL, PLUG hanno avuto movimenti importanti a dimostrazione che quanto da noi ipotizzato sembra al momento anche una percezione del mercato.

 

fcel_idrogeno

 

L’evoluzione del mercato dell’idrogeno

 

In questi mesi sono state tante le notizie che hanno riguardato l’introduzione sul mercato di mezzi a idrogeno.

Passiamo dal treno ad idrogeno della Alstom, Coradia iLint consegnato alcuni mesi fa alle ferrovie tedesche, che condurranno test molto severi, e nel 2018 dovrebbe entrare in funzione per il trasporto passeggeri alle autovetture alimentate ad idrogeno presentate da Suzuky, Hyundai, Toyota, Mercedes, BMW.

A fronte di queste mobilitazioni delle case costruttrici, permangono tre ostacoli importanti:

  • La sicurezza, in quanto l’idrogeno è altamente esplosivo e le tecnologie per rendere sempre più sicuri i serbatoi devono fare passi importanti.
  • La rete distributiva sulle strade, che è al momento inesistente.
  • il quadro normativo di ogni stato.

 

Alla luce di queste problematiche sembrerebbe quasi impossibile sulla carta ipotizzare l’impiego dell’idrogeno per la mobilità, ma i segnali dei mercati sui titoli americani del settore, e del legislatore, che vede sorprendentemente l’Italia uno dei primi paesi che ha varato norme nel 2017 che permettono l’utilizzo di questo combustibile, rende questo settore sempre più attraente.

Da monitorare inoltre le notizie che vorrebbero l’idrogeno come fonte di stoccaggio dell’energia prodotta dalle fonti rinnovabili che come sappiamo hanno un’elevatissima discontinuità produttiva!

Produrre infatti l’idrogeno sfruttando l’energia elettrica prodotta con il solare fotovoltaico e termodinamico potrebbe risultare infatti “l’uovo di colombo”.

 

Titoli da monitorare

 

Anche le notizie riguardanti due titoli di cui abbiamo parlato sembrano estremamente interessanti.

L’azienda americana PLUG che ha stretto accordo con Amazon è in costante perdita ma ha tra gli azionisti Blackrock con il 5.8 %.

 

plug_idrogeno

 

BLDP recentemente ha annunciato di collaborare con il dipartimento di difesa americano.

 

bldp_idrogeno

 

Conclusioni

Il settore dell’idrogeno continua ad essere un settore da attenzionare assiduamente

Ti consiglio però di tenere a mente, che le aziende agli inizi sono fortemente indebitate, bruciano cassa e che il successo di un prodotto non deriva solo dalla bontà del prodotto stesso ma anche dal timing!

 

E tu avevi seguito i nostri consigli di 5 mesi fa?

Cosa ne pensi di questo settore?

 

Corrado Bertolini

Corrado Bertolini

Investe nei mercati dai primi anni novanta ed è profondo conoscitore di tutte le principali aziende quotate nel FTSE MIB. Il suo variegato approccio, capace di coniugare quadro macroeconomico, notizie, analisi fondamentale ed i più profittevoli concetti di analisi tecnica, gli consente di individuare quotidianamente i migliori strumenti (principalmente azioni) su cui investire.
Corrado Bertolini

Latest posts by Corrado Bertolini (see all)