I fondi comuni di investimento convengono davvero?

Le false aspettative dei Fondi Comuni di investimento

In questo articolo ti spiego qual è il principale motivo che porta chi investe i propri soldi nei Fondi Comuni a non raggiungere i rendimenti sperati.

Non si tratta dei cali di Borsa come vogliono farti credere.

Il principale motivo di scarsi o nulli rendimenti è dato dalle commissioni!

In questo articolo scoprirai i veri costi dei fondi comuni di investimento ed il peso delle commissioni.

Come si calcolano le commissioni dei fondi comuni di investimento?

Il numero di commissioni sui Fondi Comuni di investimento è effettivamente alto, e le più dannose purtroppo sono quelle che non si vedono, definite commissioni “implicite”.

Commissioni Esplicite

Sono quelle che trovi sui prospetti informativi:

  1. Commissioni di ingresso, o sottoscrizione, per l’entrata nel fondo di investimento;
  2. Commissioni di switch, se vuoi cambiare fondo in cui investire;
  3. Commissioni di uscita, per l’uscita dal fondo di investimento;
  4. Commissioni di gestione, è il costo del gestore del fondo e comprende anche l’attività di consulenza;
  5. Commissioni di amministrazione, costi legali e spese amministrative;
  6. Commissioni di deposito, per remunerare la Banca su cui vengono depositate le somme investite.

Commissioni Implicite

Queste commissioni sono quelle non presenti sui prospetti informativi:

  • Commissioni di negoziazione, per l’acquisto e la vendita di quote del fondo nel periodo di investimento.

Fisse e Variabili

  1. Commissioni di performance, se il gestore raggiunge un rendimento più alto del mercato;
  2. Commissioni di gestione, sempre quelle di prima.

Una Tantum e Periodiche

Si pagano a prescindere dall’importo dell’investimento e si ammortizzano negli anni. Più tempo rimani nel fondo, minore sarà il loro impatto sul tuo rendimento. 

  1. Commissioni di ingresso (sottoscrizione);
  2. Commissioni di uscita;
  3. Commissioni di switch;
  4. Diritti fissi.

Tutti i costi si trovano all’interno del KIID (Key Investor Information Document) e del Prospetto Informativo.

Si tratta di letture molto noiose ma necessarie per risparmiare diverse migliaia di euro.

Ti suggerisco di fare attenzione in particolare a:

  1. Commissioni di performance e gestione: attenzione alla frequenza con cui devi pagarle. Un conto è sostenere un costo dell’1% una volta l’anno, un conto è farlo 2-3-4 volte l’anno
  2. Commissione di distribuzione: ovvero quanto guadagna il soggetto che ti distribuisce il fondo (cioè la Banca). Se chiedi di comparare questo costo su fondi simili puoi avere un’idea se la Banca sta facendo il tuo o il suo interesse.

MA QUANTO TI COSTANO I FONDI COMUNI?

I Fondi Comuni in Italia sono tra i più cari in Europa ed in media l’impatto totale delle commissioni è del 3.17% sul rendimento finale!!!

QUANTO INCIDONO LE COMMISSIONI SUL RENDIMENTO?

Proviamo a fare un esempio pratico.

Immagina che tu e un tuo amico decidete di investire la stessa somma pari a € 15.000; tu scegli un fondo comune costoso, mentre il tuo amico un portafoglio di ETF a basso costo.

Inoltre decidete di investire 400 € al mese per 30 anni e, per rendere il nostro esempio adeguato, entrambi avete un rendimento del 5% annuo.

Piccola differenza: tu paghi il 3% di commissioni sui fondi comuni di investimento (la media vista sopra, costi impliciti compresi), mentre il tuo amico l’1% (il massimo per le media degli ETF a basso costo).

Come si presenta lo scenario alla fine dell’investimento?

commissioni 2%
commissioni 4%

Avete investito la stessa somma ma tu hai lasciato per strada quasi 100.000 €

COME  RIMEDIARE?

Ecco quindi cosa fare per ridurre i costi del tuo investimento e, di conseguenza, aumentare il tuo rendimento:

  1. Prendi atto che i costi incidono molto sull’andamento del tuo investimento;
  2. Leggi i fogli informativi e il KIID dei prodotti che ti propongono;
  3. Valuta attentamente gli strumenti alternativi che costano meno;
  4. Considera che non dovresti avere un portafoglio che ti costi più del 1,5%-2%.
  5. Ricordati che poi ci sono anche le tasse.

 

Se desideri un’alternativa fai da te, puoi optare per gli ETF, di cui parliamo nei nostri Corsi di Trading, liberamente accessibili.

Ilenia Cerri
  • 14 Posts
  • 0 Comments
Forte della sua esperienza in uno studio internazionale di consulenza fiscale, Ilenia aiuta investitori e imprenditori a potenziare il proprio business. Specializzata in Contabilità e Fiscalità nazionale e internazionale, è iscritta all'ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili dal 2003.