Fed: se si fosse sbagliata?

Fed

Il mercato sembra non essere d’accordo con il timing del rialzo dei tassi deciso dalla Fed.

Come acutamente fa notare l’illustre Martin Pring dalle pagine di Stockcharts, sembra che il rialzo sia dovuto più per aver qualche punto-base da abbassare successivamente, dati gli scenari che pongono le condizioni per una recessione globale più profonda. E d’altronde il mercato dei tassi non sembra proprio in linea con un clima generalizzato di nuova stretta creditizia.

Fed: cosa ci aspettiamo dal futuro?

Se analizziamo come gli indici di mercato dei tassi a diverse scadenze stanno reagendo in questi giorni, il fatto appare chiaro.

Fed - US2YT

Osservando ad esempio il grafico settimanale dei tassi sui Treasury a due anni, indice $UST2Y, che meglio degli altri “mimano” le politiche Fed sui tassi, notiamo che dopo il breakout di ottobre, che sicuramente”scontava” il tanto atteso rialzo avutosi successivamente, da dicembre i tassi sono in netta discesa, giusto nel periodo in cui il rialzo è stato effettivamente deciso, in netta controtendenza.  

D’altro canto, anche i tassi a lungo sui Treasury a 30 anni, seguono una tendenza ribassista.

Fed - TYX

L’indice  $TYX prosegue il trend negativo che dura dal 2014 e, tecnicamente, il grafico viola anche il supporto rappresentato dalla trendline positiva che stava caratterizzando picchi minimi sempre più alti dalla fine del mese di gennaio 2015 e che sembrava preludere ad una inversione del perdurante trend ribassista.

Inoltre, e forse elemento più importante, abbiamo  il “credit spread” estremamente significativo rappresentato dal rapporto tra il mercato dei Bond Treasury a 7-10 anni, attraverso l’ETF Ishares Barclays IEF e il mercato dei Bond High Yield, rappresentato dall’iShare IBoxx High Yield HYG.

Fed - IEFHYG

Tale ratio continua a deteriorarsi nei confronti dei Bonds più rischiosi e a favorire sempre maggiormente il mercato dei Bonds High Grade, il cui prezzo tende a salire. Il grafico espresso tramite tale ratio mostra nettamente la correlazione inversa con i mercato equity, la linea di tendenza positiva addirittura accentuata nella sua pendenza  e come, in sostanza, i mercati stiano aggiustando i tassi indipendentemente dalla Fed e in accordo con la visione e le aspettative a medio termine degli operatori.  

D’altra parte, storicamente, un rialzo dei tassi con il mercato delle materie prime in picchiata rappresenta un evento estremamente raro.

Fed - US3MCRB

Un raffronto grafico di vent’anni tra il tasso a 3 mesi dei Treasuries e l’indice CRB delle materie prime, mostra come rialzi e ribassi dei tassi abbiano sempre coinciso, anche se sfasati dal punto di vista temporale. con un aumento o una diminuzione del mercato delle materie prime e le conseguenti spinte inflazionistiche da tenere sotto controllo.

Un evento come l’attuale, cioè che un pianificato e graduale aumento dei tassi e una spinta “disinflazionistica”, sinceramente ci sconcerta. D’altro canto, come abbiamo detto più sopra, l’ipotesi suggerita da Pring di poter avere qualcosa da abbassare e tenere un po’ a bada il sentiment degli operatori non è un’ipotesi molto irrazionale anche se suggerisce, tristemente, la realtà che, ormai, le armi in arsenale della politica monetaria delle Banche Centrali si stanno esaurendo  e mostrano la loro sostanziale inutilità in un periodo della storia economica mondiale che non trova molti riferimenti neanche con la storia passata.

Che correlazioni vi sono in un mercato come l’attuale? E’ semplice.

Le correlazioni positive tendono tutte ad aumentare e le negative si accentuano. Ecco quindi favorite le Utilities.

Lo yen sembra trovare, da un punto di vista dell’analisi grafica dei prezzi, una base ampia sufficientemente estesa per una decisiva inversione di tendenza.

Fed - FXY

Formazione di una base “rounding bottom”, da analisi grafica classica, che dura da un anno e la media mobile a 30 settimane superata e di nuovo inclinata positivamente.

 

E l’oro? Suggeriamo di attendere fino ad una inversione del trend ribassista più decisa.

Andrea Arnesano
  • 95 Posts
  • 8 Comments
Analista e Top Trader in opzioni, gestisce i clienti nella loro operatività sui derivati e anima il Trading Club Multiday.