Effetto Halloween ed effetto ultimo sui mercati

Effetto Halloween ed effetto ultimo: guida alle anomalie del mercato

L’effetto Halloween (o Halloween Indicator) non è altro che l’ampliamento del noto approccio Sell in May and go away seguito dal but remember to come back September. In italiano potremmo tradurlo come compra ad Halloween e vendi a maggio.

Prima però di capire meglio cos’è l’effetto Halloween r come funziona sui mercati, vediamo quali sono le più comuni anomalie di mercato.

Quali sono le principali anomalie in Borsa

Sui Mercati finanziari possiamo riscontrare delle inefficienze collegate ad anomalie riscontrate con una certa regolarità nel corso degli anni. Facciamo assieme un’analisi più dettagliata delle singolarità più note presenti sui mercati finanziari.

  • Effetto Gennaio

Il rendimento medio è più alto nel mese di gennaio, rispetto agli altri mesi.

  • Effetto Weekend/Lunedì

I rendimenti tendono ad essere negativi di lunedì, mentre negli altri giorni della settimana tendono ad essere positivi.

  • Effetto Holiday

Variazioni dei prezzi nei giorni che precedono i festivi, poiché gli investitori vendono alcune azioni per godersi qualcosa di speciale in vacanza.

  • Effetto Crisi Estiva

Durante l’estate abbiamo una minor frequenza delle notizie ed un minor afflusso di fondi e liquidità poiché il numero degli operatori di mercato è significativamente inferiore, questo porta ad un aumento della volatilità.

  • Effetto Halloween (Halloween Indicator)

È un estensione del famoso criterio “Sell in May and go away”.

  • Effetto Ultimo/Cambio Mese

Aumento della redditività delle azioni nel cambio del mese, inteso come ultimo giorno lavorativo del mese e i tre giorni successivi, rispetto al resto o alla metà dello stesso.

Approccio che sfrutta l’effetto Halloween e l’effetto ultimo

Come abbiamo precedentemente anticipato l’Effetto Halloween è l’ampliamento del noto approccio Sell in May and go away seguito dal but remember to come back September.

Questo implica che ci troveremo statisticamente di fronte ad un mercato orso tra Maggio e Settembre.

Negli Stati Uniti questo fenomeno prende il nome di Effetto Halloween poiché si dovrebbe entrare a mercato Buy il 31 Ottobre (giorno in cui viene celebrata la sera di Halloween) e chiudere la posizione il 30 Aprile.

L’idea dietro all’effetto Halloween è quella di offrire agli investitori un rendimento simile al lungo termine, tipico di un approccio Buy and Hold, restando però a mercato la metà del tempo.

In questo modo, abbiamo un’ulteriore riduzione del rischio in termini di drawdown rispetto dell’approccio che sfrutta il solo “Effetto Halloween” non compromettendo però il rendimento finale.

Ciò è dovuto al fatto che con questo approccio combinato abbiamo ridotto l’esposizione totale a mercato a soli 75gg/anno contro i 175gg/anno del semplice approccio che sfrutta il solo Effetto Halloween.

Compra ad Halloween e vendi a maggio: considerazioni

Con l’approccio che sfrutta solamente l’Effetto Hallowen avremo un rendimento finale leggermente inferiore rispetto al metodo Buy and Hold.

Questa modesta riduzione è però ben compensata da una drastica riduzione del rischio in termini di drawdown medio globale grazie ad un’esposizione sul mercato ridotta del 50% (175gg contro 365gg).

Combinando l’approccio che sfrutta “l’Effetto Halloween” con “l’Effetto Ultimo” manteniamo lo stesso rendimento finale riducendo ancor più il rischio (drawdown medio) grazie ad un’esposizione sul mercato ancor più ridotta pari al 20% (75gg contro 365gg).

Complimenti! Sei giunto alla fine dell’articolo. Cosa vuoi approfondire ora?

Giovanni Bellini
  • 5 Posts
  • 0 Comments
Attratto dall’analisi degli aspetti più tecnici di tutto ciò che ci circonda e con un'innata propensione verso il bisogno di libertà, ha trovato nel trading l’equilibrio da sempre ricercato.