EEM: vertical spread sui mercati emergenti

EEM

 

Ben ritrovati a tutti! 

Oggi continuiamo il nostro viaggio alla scoperta degli Etf. Questo non perchè il mercato mi paghi delle provvigioni per sponsorizzare questo strumento, ma perchè permettono di farsi le ossa senza spaccarsele.

EEM: meglio utilizzare gli Etf 

Gli Etf infatti sono strumenti piuttosto piccoli e con dei movimenti generalmente più contenuti rispetto alle azioni e ai futures.

 La strategia di oggi si focalizza su EEM, Etf che fa riferimento ai mercati emergenti.

eem

Grafico EEM, 6 mesi candele giornaliere

 

Come potete vedere dal grafico i mercati emergenti erano già deboli prima del crollo di fine Agosto, trascinati soprattutto dal Brasile sul quale abbiamo fatto un articolo alcune settimane fa.

 Comunque in questo momento il titolo ha fatto un piccolo rimbalzo che, grazie alla volatilità, permette di andare a vendere Call con dei premi piuttosto interessanti.

 

EEM: la strategia

In particolare la strategia prevede la vendita della call 37 scadenza 20 Novembre e il contestuale acquisto a copertura della call 38 scadenza 20 Novembre.

Per ogni contratto si incassa un premio di 15$ contro un margine di 85$, per un ROI del 17,6% in circa due mesi.

 

I mercati emergenti sono affascinanti e meravigliosi da visitare, ma per il momento è ancora meglio il nostro malandato belpaese.

 

Tuttavia all’interno del Trading Club avrete la possibilità di vedere come gestire queste e tante altre operazioni.

Andrea Arnesano
  • 94 Posts
  • 8 Comments
Analista e Top Trader in opzioni, gestisce i clienti nella loro operatività sui derivati e anima il Trading Club Multiday.