Cosa ne pensa Christine Lagarde?

Christine Lagarde

Christine Lagarde, direttore generale del Fondo Monetario Internazionale, ha annunciato che l’economia globale si sta riprendendo, ma è ancora fragile e si trova di fronte ad alcuni rischi di ribasso. 

Christine Lagarde ha descritto gli Stati Uniti come “un giocatore forte”, mentre la Cina come “un giocatore fragile” vista la recente flessione del mercato cinese. Secondo un comunicato pubblicato sul sito web dell’ FMI,  Christine Lagarde ha espresso ottimismo sulla performance delle 19 economie nell’area”euro”, e ha previsto allo stesso tempo che l’economia dell’euro zona registrerà una crescita del 1,5% quest’anno e del 1,7% l’anno prossimo confermando la crescita dell’anno scorso a 0,8%. Ha aggiunto la Lagarde: “L’area dell’euro inizierà a recuperare, noi siamo ottimisti e abbiamo grande aspettative rispetto al passato”.aggiungendo, Christine Lagarde, ha sollecitato di nuovo i creditori internazionali sul debito Greco per ridurre l’onere su quest’ultimo, sottolineando il dovere di Atene di attuare riforme per rendere la sua economia più efficiente. L’esperta francese ha espresso fiducia nella capacità del Fondo Monetario Internazionale a lavorare con il governo greco di sinistra guidato da Alexis Tsipras, nonostante le critiche politiche del Fondo. “Ci sono molte cose che si dicono (in politica), ciò che conta alla fine è ciò che si fa.” ha continuato a dire Christine Lagarde. 

Il calo dei prezzi delle materie prime avrà un impatto negativo sopratutto sulle economie emergenti, ha aggiunto Christine Lagarde, l’economia globale potrebbe affrontare una crisi se la Federal Reserve dicedesse di alzare i tassi di interesse a breve termine, sapendo che li ha mantenuto vicino allo zero dalla fine del 2008. Janet Yellen, presidente della Federal Reserve, ha segnalato che un aumento dei tassi di interesse è probabile quest’anno. Christine Lagarde ha esortato la Fed di rinviare la decisione di alzare i tassi di interesse fino al 2016, citando la fragilità della ripresa economica globale. Christine Lagarde ha confermato che la Federal Reserve e il Fondo Monetario Internazionale “non vanno sempre sulla stessa linea”, ma le due istituzioni condividono un buon rapporto di lavoro. D’altra parte, Christine Lagarde ha dichiarato che i tentativi del Giappone finalizzati a incrementare la sua economia attraverso una politica economica ultra espansiva messa in atto dal premier in questi anni, Obinomaks, sta cominciando a dare i suoi frutti. Il Fondo Monetario Internazionale prevede che l’economia giapponese crescerà del 0,8% quest’anno, dopo la contrazione del 0,1% nel 2014.

Nel suo discorso, Christine Lagarde, ha parlato anche del mercato cinese sottolineando che le azioni del paese asiatico sono ancora superiori a quelli di un anno fa del 80%. L’economia cinese è flessibile e abbastanza forte per affrontare la volatilità dei mercati finanziari, ha aggiunto Christine Lagarde, e ha previsto che l’economia cinese in quest’anno crescerà del 6,8%, una crescita rapida secondo gli standard internazionali, ma è la più lenta per la Cina dal 1990 dove non scendeva sotto +7% all’anno.

 

Fonte: http://www.imf.org/external/index.htm

Gigi Ouzidane
  • 10 Posts
  • 3 Comments
Laureato in economia e marketing, fa parte dello staff di Assistenza brokers dal 2014 dove si occupa degli aspetti tecnici della piattaforma Trader WorkStation (TWS) di Interactive Brokers. In più si occupa di analizzare i mercati internazionali dal punto di vista fondamentale.