Commodity Outlook: focus Olio di Soia

olio di soia

All’inizio di questa nuova settimana il comparto delle materie prime inizia la seduta del lunedì  soffrendo, ma in chiusura il recupero si dimostra davvero consistente con l’OPEC che favorisce la continuazione del rialzo del petrolio.

Infatti l’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio si dichiara pronta al dialogo con gli altri produttori mondiali al fine di fissare ad un livello equo il prezzo al barile. Dopo tale news a New York il WTI sale di oltre l’8,8% a 49,2 dollari al barile, mentre il Brent di Londra segna 52,34$ con un rialzo superiore al 4%.

D’ altra parte le misure poste in campo dalla Banca Centrale Cinese non possono rassicurare completamente gli operatori sulle materie prime anche perché permangono i dubbi sulla crescita cinese. Infatti la svalutazione dello yuan non è stata accolta positivamente, interpretata come un indebolimento dell’economia cinese, e quindi della domanda da parte del maggior consumatore mondiale.

E anche se pensiamo che la Fed possa evitare il rialzo dei tassi nel mese di settembre, questi rumors potrebbero determinare nuovi importanti ribassi per le commodities.

Tale situazione non significa che debba manifestarsi su tutti i comparti, ad esempio sul mercato dell’olio di soia (Soybean Oil, Ticker: ZL) sembra in atto un’azione di rimbalzo correttiva dai livelli di ipervenduto, con la presenza di una divergenza rialzista tra i minimi del future e dell’RSI.

Inoltre analizzando i dati COT si evidenzia che il ribasso dell’olio di soia dei mesi scorsi è dovuto anche alla liquidazione di importanti contratti LONG nella settimana del 9 Giugno.

Infatti dopo il minimo a 25,70$ i tori sembrano aver ripreso il mercato identificando i prossimi target in area 29,48$ e successivamente nella forbice tra i 30$ e 32$. Ovviamente le protezioni si devono porre appena sotto i minimi appena registrati che non venivano toccati dall’olio di soia da Ottobre 2006.

 

olio di soia

Grafico ZL, 6 mesi candele giornaliere

 

Una valida alternativa per tradare la soia ed i suoi derivati può essere messa in atto con un’operatività in azioni, ad esempio attraverso un Bull Put.

Matteo Anelli
  • 93 Posts
  • 4 Comments
Analista e Top Trader in Commodity Spread, scrive di commodities e anima quotidianamente il Trading Club Multiday.