Come rafforzare il tuo portafoglio con il Settore Utilities

COME SFRUTTARE IL SETTORE UTILITIES

Carissimo lettore ben ritrovato, questo articolo ha l’obiettivo di ottimizzare la tua differenziazione di portafoglio e trovare delle soluzioni alternative ad un mercato che, come abbiamo visto nell’ultimo periodo, non è stato di semplice interpretazione.

In particolare, voglio focalizzare oggi la nostra attenzione verso il settore delle utilities che, quando il mercato non ha la forza di continuare il suo trend a rialzo, può darci un’ottima mano per proteggere i nostri investimenti.

 

Che cosa sono le utilities?

Vengono definite utility o utilities quelle società che generano, trasmettono e distribuiscono servizi come acqua, gas ed elettricità dai propri impianti oppure da impianti terzi.

Per fare un esempio lampante, Enel, è una società che fa parte del settore delle utilities.

 

Quali sono i vantaggi delle utilities?

Essendo un settore con società che forniscono dei servizi sempre richiesti da parte delle persone, quando il mercato si fa difficoltoso, questo tipo di settore ci fornisce stabilità.

Questo perché chiaramente le persone non possono fare a meno di questi servizi essenziali e chi, già in portafoglio, detiene società di questo tipo considerate a basso rischio, è sicuramente più restio a vendere i propri investimenti più “sicuri”.

Oltre a questo vantaggio, ne possiamo aggiungere un altro di grande importanza, ovvero i dividendi.

Queste società infatti, hanno un apprezzamento di capitale limitato nel tempo vista la loro stabilità. In compenso, ci forniscono degli ottimi vantaggi dal punto di vista dei dividendi.

Vi è infine un ultimo elemento che rende appetibile questo settore e lo rende particolarmente stabile.

Negli USA, queste società operano il più delle volte in regime di monopolio o oligopolio e hanno dalla loro parte il governo federale un enorme vantaggio per chi decide di investire e detenere in portafoglio azioni di questo settore.

Quali sono le performance del settore utilities?

xxlp utilities

Come puoi vedere da questo grafico, le performance da inizio sono contenute (come accennato prima) ma comunque positive (+4.10%).

La prima cosa da spiegare su questo grafico è che, come puoi vedere, l’andamento di XLU (etf del settore utilities) sta, da gennaio, sotto performando l’indice di riferimento, lo Standard & Poor’s.

La motivazione, risiede nel fatto che, il suo coefficiente beta è inferiore ad 1, segno appunto di un titolo non speculativo, ma come vedi, questo non significa che non ci possa dare dei profitti anzi, essendo molto più stabile di altri può ben differenziare il nostro portafoglio.

Il movimento che però voglio far notare, è proprio quello segnalato dalle frecce e farti notare che, quando l’indice Standard & Poor’s, nello scorso mese di ottobre ha preso una direzione ribassista, al contrario il settore delle utilities ha avuto un ottimo rendimento di carattere rialzista. Questo perché, la gran parte degli investitori ha deciso di spostarsi sulla sicurezza, sulla stabilità e quindi su questo settore in particolare.

 

Conclusione

Se nel corso dell’ultimo mese, fatto di incertezza e ribassi, il tuo portafoglio è andato in sofferenza, ricorda per il futuro che nei momenti d’incertezza esistono le opportunità per proteggersi e per ribaltare la situazione del mercato. Tutto questo grazie alle utilities.

Paolo Zambarbieri
  • 71 Posts
  • 17 Comments
Analista del mercato azionario e co-creatore del metodo Beta Trading, è un fine conoscitore anche delle Opzioni Vanilla e della piattorma di trading Trader WorkStation.