Come gestire le posizioni più volatili con le opzioni?

Come gestire le posizioni più volatili con le opzioni? – Sommario

  • È possible trarre profitto dalla volatilità dei nostri titoli in portafoglio utilizzando le opzioni.
  • Prima di passare all’azione bisogna cercare il setup perfetto.
  • Abbiamo applicato questa strategia al titolo JD.com (JD).
  • Utilizzando questa tecnica, la percentuale di esito negativo è nell’ordine della singola cifra decimale.

Come gestire le posizioni più volatili e trarne profitto: strategia* in opzioni

There’s no such thing as a free lunch. In slang Americano significa “non esistono pasti gratis”. In altre parole, nessuno ti regala nulla. Ma se ti dicessi che potresti davvero guadagnare un pasto gratis con le opzioni? Mi spiego meglio. Le covered calls sono eccezionali per avere un extra guadagno dai titoli scarsamente volatili. Ma cosa fare per trarre profitto dai nostri titoli in portafoglio più volatili? Quella che ti presento è una strategia* che uso regolarmente nella gestione delle mie posizioni più volatili.

Ma non indugiamo oltre!

Gestire le posizioni più volatili: ricercare il set-up perfetto

Iniziamo guardando insieme il grafico sottostante, con focus JD.com (ticker: JD), una delle più grandi società cinesi di commercio elettronico. Come puoi notare, il titolo da mesi oscilla tra 26$ e 32$.

Grafico 1. Andamento di JD.com negli ultimi mesi (2019)
Grafico 1. Andamento di JD.com negli ultimi mesi (2019)

Come tutti i titoli, anche JD ha sofferto la turbolenza d’inizio agosto, passando repentinamente da 32$ a 26$. Facendo una rapida analisi tecnica, 26$ rappresenta una resistenza abbastanza forte ed il titolo, guardando l’RSI, è fortemente in iper-venduto. Le ultime due volte che si è verificata questa combinazione, il titolo è poi tornato alla normalità.

Un prezzo di ingresso di 26$ per un eventuale acquisto di ulteriori azioni sicuramente risulta oltretutto attraente. Questo punto è molto importante. Procedo quindi con la strategia*.

Strategia in opzioni per gestire le posizioni più volatili: scenari possibili col titolo JD.com (JD)

Vendo una naked put at the money, acquistando contemporaneamente una call sempre at the money con scadenze – come minimo – di 3 mesi. Avere tempo a disposizione, ci mette nella condizione di essere più sereni nell’attesa che la strategia* esprima appieno il proprio potenziale.

Valutiamo ora insieme gli scenari possibili.

  1. Il titolo ritorna sui valori medi e di conseguenza l’opzione venduta perde di valore intrinseco. Al tempo stesso, la call acquistata aumenta di valore passando da opzione at the money a deep in the money. A quel punto si può chiudere/far scadere la put e vendere la call incassando il premio (o facendosi assegnare).
  2. Il titolo scende al di sotto dello strike della put e la call acquistata scade senza valore. Veniamo quindi assegnati allo strike della put. Tale strike rappresenta la quotazione a cui avremmo acquistato le azioni al momento di creare lo spread. Il premio della put compensa quello della call acquistata. Non avremo un guadagno derivante dal premio incassato. Tuttavia, non lo avremmo avuto comunque se avessimo acquistato le azioni con un ordine a mercato in prima istanza.

Possiamo poi mantenere le nuove azioni, accrescendo la nostra posizione. Altrimenti, liquideremo successivamente la posizione derivata dalla sola put, sempre se lo riterremo necessario, magari attraverso la vendita di una call.

Cosa è successo nei giorni successivi la messa a mercato della strategia*? Guardiamolo insieme nel grafico sottostante.

Grafico 2. Andamento del titolo JD.com nei giorni successivi alla messa in atto della strategia
Grafico 2. Andamento del titolo JD.com nei giorni successivi alla messa in atto della strategia

Il sole è tornato a splendere su JD! Ho proceduto quindi ad acquistare per chiudere la put venduta e ho venduto per chiudere la call acquistata. Da questo spread ho tratto, rispetto al margine impiegato, un profitto superiore al 50%.

Data la natura degli strumenti utilizzati, ti esorto ad applicare questa tecnica solo se le operazioni messe a mercato sono coperte dalla liquidità necessaria per le possibili assegnazioni. Usiamo l’effetto leva per accrescere la nostra liquidità, non per dilapidarla!

Come guadagnare un pasto gratis con le opzioni?

Spesso deprezzamenti repentini del mercato azionario possono essere visti con apprensione. Molto spesso però rappresentano favolose opportunità sia nel breve che nel lungo periodo.

Considerando gli scenari possibili appena analizzati mi sento di dire, soprattutto attraverso l’esperienza personale, che usando correttamente la tecnica appena descritta, la percentuale di esito negativo è nell’ordine della singola cifra decimale.

Riguardo il pasto gratis, potrà anche essere vero. Con questa tecnica direi però che ci siamo molto vicini!

*Le strategie proposte sono a solo scopo educativo e da testare su piattaforma demo/simulata.

Hai bisogno di toccare con mano i risultati prima di fare il prossimo passo?

Grazie alla Sfida dei 1000€ potrai fare questo passaggio in modo graduale e divertente!

Francesco Mondani
  • 4 Posts
  • 0 Comments
Musicista, amante dell’arte e del design e appassionato di investimenti sin dai tempi del liceo. Con un fiuto per gli affari da fare invidia al miglior venture capitalist, è in grado di riconoscere subito il valore di idee e macro trend del futuro, traendone grossi profitti.