in

CHIESA: si scende in campo…no in borsa

Chiesa

Devi dire che sono rimasto sorpreso quando ho letto da diverse fondi l’introduzione dell’indice S&P riservato alle aziende che rispecchiano i dettami del cattolicesimo. Ho pensato:”La Chiesa si è quotata in borsa!”.

CHIESA: regole si ma con eccezioni

Con questo pensiero ho iniziato ad approfondire l’argomento e mi sono accorto di essere arrivato in colpevole ritardo! L’indice S&P 500 Catholic Values (letteralmente Valori Cattolici) è infatti attivo dal 10 Agosto e comprende le 500 aziende più grandi che rispecchiano e rispettano (o almeno dovrebbero) i dettami del cattolicesimo o per meglio dire i dettami della Conferenza dei vescovi degli Stati Uniti (USCCB).

Sono quindi escluse tutte quelle aziende coinvolte nella produzione di armi, tabacco e alcol e gioco d’azzardo (pensiamo a Wynn Rresort o a Philip Morris International) ma anche tutte quelle che operano nel nucleare o nelle armi biologiche mentre trovano spazio aziende come Amazon e Gilead Sciences, tra le prime 10 società del paniere.

I presupposti sono nobili ma non tutto è oro quel che luccica perché delle “stranezze” sono facilmente individuabili. Ne è l’esempio Exxon Mobile (che rappresenta ben il 7% dell’indice), uno dei più grandi produttori di combustibili fossili, altamente inquinanti e messi al banda dallo stesso Papa Francesco ha detto all’inizio di quest’anno.

Come mai una contraddizione del genere? La risposta è semplice,  molte grandi aziende inserite nella lista sono finanziate dai grandi gruppi cattolici americani.

Nonostante questo l’indice si propone sul mercato con un’idea diversa, moralmente diversa mirando a diventare un punto di riferimento per chiunque creda nei valori della chiesa e della finanza.

Scritto da Il Team di AB

Il Team di Assistenza Brokers e Alpha4All ti mettono a disposizione le loro conoscenze su trading e investimenti per farti accelerare sui mercati!

Trading in Volumi Intraday

[VIDEO] Assistenza Brokers presenta: Stefano Corvi

[VIDEO] COMBINAZIONI: come creare le strategie