Investire nei cartoni animati con Peppa, Oggy o Sissi?

Investire nei cartoni animati con Peppa, Oggy o Sissi?

Aziende produttrici di cartoni animati da tenere sott’occhio

 

Non aver paura, non entreremo nel dettaglio dei cartoni animati, ma in questo articolo ci soffermeremo piuttosto sulle aziende leader del settore in Europa.

Peppa Pig, Oggy e Sissi sono 3 cartoni animati profondamente diversi, prodotti da 3 aziende europee con storie diverse ma un unico filo conduttore: aver vissuto un periodo di profonda crisi tra il  2008 e il 2012. Ed essersi poi riprese in maniera tumultuosa!

La produzione e distribuzione di cartoni animati

Il settore della produzione e distribuzione di cartoni animati tra il 2008 e il 2012 ha affrontato un periodo di profonda crisi, che ha visto il fallimento di numerose aziende. Quelle rimaste, grazie al lancio di prodotti di successo hanno vissuto movimenti  importanti.

Nonostante poderosi  rialzi, questo è a mio avviso un settore da continuare a monitorare. Stanno infatti entrando in gioco nuovi  protagonisti, i mercati orientali. Abbinato al fatto che la marginalità per questi prodotti è enorme, questo potrebbe far esplodere ulteriormente la redditività con l’apertura di nuovi mercati.

Nel dettaglio possiamo ad esempio notare come ENTERTAINMENT ONE LTD produttrice di Peppa Pig capitalizzi 1.6 miliardi a fronte di un fatturato di 1,082 miliardi e un utile di 13 milioni.

entertainment one_investire cartoni animati

Grafico Entertainment One

 

XILAM, l’azienda francese produttrice di Oggy e i Maledetti Scarafaggi capitalizza 183 milioni, fattura 16 milioni e ha un utile di 3.2 milioni.

xilam_investire cartoni animati

Grafico Xilam

Infine, l’italiana Mondo TV fattura 28 milioni, ha un utile di 8.56 milioni e capitalizza 210 milioni.

mondo tv_investire cartoni animati

Grafico Mondo TV

 

Come possiamo vedere tutte le aziende sopracitate hanno multipli importanti, ma è inoltre interessante notare come Entertainment One abbia un P/E di 83, Xilam abbia un multiplo di 57 mentre Mondo TV un P/E di 24. Tutti questi dati sono riferiti al 2016.

L’underdog Mondo TV

Come abbiamo visto, Mondo TV è quella dai numeri meno importanti, inoltre ha numerose produzioni ma nessuna di enorme successo.

Nel settore però ci sono recentemente state novità importanti, che hanno visto la rottura tra Netflix e Disney, che distribuirà i contenuti in proprio, aprendo la strada a Mondo TV.

L’azienda italiana ha infatti recentemente siglato un accordo proprio con il colosso Netflix.

Da notare inoltre che Mondo Tv ha appena concluso una procedura di emissioni in più trance attraverso emissioni di obbligazioni con il fondo Atlas e che aveva compresso le quotazioni per quasi due anni.

Con una rapida analisi possiamo notare come l’azienda italiana sia, sulla carta, quella più sottovalutata rispetto alle altre. Non ha un prodotto di punta strepitoso come le altre, ma non è un caso a mio avviso che nei giorni scorsi abbia comunicato che il 30 novembre verrà approvata un’ulteriore revisione al loro piano strategico.

Il fatto che sia stato fatto più volte in poco più di un anno potrebbe essere sintomo che la società sia in piena espansione.

Conclusione

Questo settore è un bellissimo esempio su come un settore andato in disgrazia possa rifiorire e diventare più bello di prima! Lo seguiremo perché è veramente un ottimo caso didattico!

 

Questa ed altre analisi ogni giovedì nel Laboratorio Azioni!

Iscriviti senza impegno all’Academy per non perdertene neanche uno.

 

 

Pagina 1 di 1371231020Ultima »