Brexit e Interactive Brokers: ottime notizie per i clienti UE

Brexit e Interactive Brokers: cosa ci aspetta?

Il 15 gennaio è il giorno del giudizio: il Parlamento di Londra è chiamato al voto finale sullʼaccordo con Bruxelles per la Brexit.

I deputati del Parlamento britannico alle 21 di oggi sono chiamati al voto finale sull’accordo con Bruxelles. E’ l’ultimo sforzo della premier Theresa May davanti a una bocciatura che appare ormai inevitabile. Salvo miracoli, gli scenari possibili vanno dal divorzio “no-deal”, a una difficile nuova intesa, fino a elezioni anticipate o a un referendum bis.

Ma quali sono le conseguenze per i clienti dell’Unione Europea che hanno un conto con Interactive Brokers?

 

Brexit: Buone notizie da Interactive Brokers

In una recente comunicazione, Interactive Brokers ha tenuto a rassicurare i propri clienti. Qualunque sia l’esito dell’accordo tra Londra e Bruxelles, continuerà a servire i propri clienti europei e britannici come ha sempre fatto.

Ecco la comunicazione ufficiale, tradotta in italiano.

Per molti mesi, Interactive Brokers ha monitorato gli sviluppi relativi alla Brexit e si è preparata a vari scenari.

A prescindere dall’esito del voto del 15 gennaio 2019 presso il Parlamento del Regno Unito sull’accordo Brexit, e indipendentemente dal fatto che si decida per una linea dura o meno, per un’estensione della scadenza, o per un nuovo voto, Interactive Brokers non prevede alcuna interruzione della sua capacità di assistere i propri clienti nell’UE o nel Regno Unito.

Interactive Brokers conta diverse filiali nell’Unione Europea ed è in procinto di ottenerne ulteriori al fine di continuare a offrire i propri servizi di broker ai clienti dell’UE anche in caso di no-deal.

Interactive Brokers ci tiene a ribadire che, indipendentemente da qualsiasi esito delle negoziazioni sulla Brexit, ha adottato misure atte a continuare ad offrire tutti i tipi di conto, servizi di trading e prodotti di investimento ai clienti UE senza interruzione.

 

Insomma, qualunque cosa verrà decisa il 15 gennaio o nei prossimi mesi dal Parlamento britannico e da Bruxelles, i clienti Interactive Brokers possono dormire sonni tranquilli, in quanto la continuità del servizio è garantita.

Silvia Pallavicini
  • 26 Posts
  • 0 Comments
Avida ricercatrice con anni di esperienza nella comunicazione sui mercati europei come traduttrice e ideatrice di contenuti. Interessata da sempre alle correnti psico-sociologiche che muovono il mondo, le applica ora al trading.