Blackberry: addio cellulari

blackberry

Ancora una volta Apple e Samsung hanno vinto.

Il mercato e le sue barriere hanno vinto, la moda ha vinto, insomma, mi ritrovo qui oggi a parlarti di uno dei marchi storici produttori di smartphone, ovvero Blackberry.

BLACKBERRY: resta connesso

 

C’era una volta Blackberry…

Potrei iniziare così questo articolo perché, proprio nella giornata di ieri, il colosso canadese ha annunciato che non produrrà più telefoni cellulari.

Ricordi quando uscì il primo smartphone? Con quel piccolo schermo e quella quantità quasi esagerata di tasti?

Se anche tu, tra i tanti cellulari e smartphone, hai avuto questo telefono in passato, oggi probabilmente una parte di te sarà dispiaciuta nel sapere che resteranno pezzi unici.

Ieri, infatti, l’azienda con sede a Ontario, fondata da Mike Lazaridis e Jim Balsillie, ha annunciato che la società non produrrà più telefoni cellulari ma si concentrerà esclusivamente sullo sviluppo di software. Tutta la produzione, come già successo per molti altri, verrà spostata oltreoceano dove è già stato raggiunto l’accordo con un’azienda indonesiana che produrrà e distribuirà i dispositivi.

Parlando di mercato, i titoli della Blackberry Limited (originariamente Research In Motion Limited) sono stati quotati in borsa, con il ticker BBRY, dal settembre del 2006 con un valore iniziale di circa 26$.

Oggi, come vedi dal grafico, la quotazione è diminuita in modo considerevole, arrivando a toccare gli 8$.

bbb

Grafico di BBRY, 3 anni, candele giornaliere

Nonostante l’annuncio di ieri, Blackberry è stato uno dei titoli USA che si è messo più in evidenza, con un +3%. BBRY ha sorpreso tutti gli investitori arrivando in pareggio anche per quanto riguarda l’utile adjusted che ha convinto il produttore canadese a rivedere a rialzo le stime per tutto il 2016.

bbbrrrr

Grafico BBRY, 6 mesi candele giornaliere

Restano solide le “fondamenta” finanziarie e l’orientamento verso il software sta guadagnando slancio.

In questo momento è difficile capire il movimento del titolo, soprattutto considerando la candela rialzista di ieri, ti aspetto dunque all’interno del nostro Trading Club per analizzarlo insieme a tutta la community per capire se può essere un buon investimento per il futuro.

  • 102 Posts
  • 17 Comments
Esperto di pair trading, è Top Trader e analista del mercato azionario, nonché co-creatore del metodo Beta Trading. In aggiunta, è un fine conoscitore delle Opzioni Vanilla e della piattaforma di trading online Trader WorkStation (TWS) di Interactive Brokers.