Azioni Tesla: Pair Trading con Toyota

Azioni Tesla: strategia col trading di coppia – Sommario

  • Dopo l’ultimo rally rialzista le azioni Tesla hanno finito le batterie? Scopriamolo insieme. 
  • Dal mio e nostro punto di vista sono 3 i motivi che potrebbero limitare la crescita di Tesla nei mercati finanziari.
  • L’analisi tecnica ci indica un possibile storno del titolo anche nel medio termine.

Azioni Tesla in Pair Trading con Toyota

In questo 2020 abbiamo assistito ad un incredibile rialzo delle azioni Tesla. Il titolo TSLA, infatti, dal 1 Gennaio fa segnare un +230% portando le sue quotazioni da 416$ a 1373$. Ma quanto durerà ancora questo rally?

Tesla: analisi società ed azioni

Vediamo cosa sapere sulla società californiana capitanata da Elon Musk. Tesla progetta, sviluppa, produce, noleggia e vende veicoli elettrici e sistemi di generazione di stoccaggio di energia principalmente negli Stati Uniti e anche a livello internazionale.

Vendite Tesla: +40.32% nel primo trimestre 2020

I recenti successi per l’azienda di San Carlos sono dovuti alle numerose vendite realizzate tra la fine del 2019 e i primi sei mesi del 2020. Dati alla mano, nei primi 3 mesi dell’anno, Tesla ha venduto 102.672 incrementando le consegne del 40.32%, dato inaspettato da Wall Street, che stimava le consegne intorno alle 91.000 vetture.

Azioni Tesla

Un altro fattore che ha contribuito ai rialzi del titolo TSLA è sicuramente legato alla produzione del nuovo modello di auto Model Y di cui sono stati fabbricati quasi 103 mila veicoli superando la produzione dello scorso anno che si aggirava intorno alle 77.000 vetture.

Attualmente, Tesla è la casa automobilistica che ha venduto più vetture elettriche in tutto il mondo. Tuttavia, vendite sovrastimate corrispondono ad un incremento degli utili societari.

Infatti, a differenza degli anni passati, in cui la società californiana non aveva mai realizzato un utile di esercizio, da luglio 2019 sta realizzando flussi di cassa positivi e la previsione è in continua ascesa con una crescita annuale prevista del 55%. Fino a quando però durerà?

Tesla entrarà nel listino Standard & Poor’s 500?

Tesla si appresta ad annunciare i risultati finanziari del secondo trimestre del 2020. Con l’attuale capitalizzazione di 5 miliardi di dollari, qualora Tesla, dovesse realizzare il quarto utile consecutivo si qualificherebbe per entrare nel listino S&P 500 mettendo il titolo sotto esame dei grandi investitori istituzionali.

Quotazione Tesla

Quando ci sarà il passaggio di listino (presumiamo entro la fine dell’anno), bisognerà stimare il suo “vero” prezzo. Da notare, il suo attuale rapporto p/b (ovvero il rapporto tra la capitalizzazione di mercato dell’azienda e il patrimonio netto contabile della stessa) stima Tesla come un’azienda sopravvalutata di oltre il 90% rispetto ai concorrenti del settore. Questa valutazione potrebbe spingere gli investitori istituzionali a ridimensionare il prezzo dell’azienda e quindi ricalibrare la quotazione in area 715$ circa.

Imposta federale degli Stati Uniti

Con il successo del nuovo Modello Y, Tesla potrebbe consegnare circa 700.000 veicoli entro la fine del 2020. Con questo dato Tesla sarebbe l’unica casa automobilistica che supererebbe il limite di 600.000 unità delineato dal disegno di legge americano.

Il superamento di questo limite farebbe scattare un’imposta federale che consentirebbe ai diretti competitor, tra cui Toyota, Nissan e Ford, di avere un margine di credito di 7000$ su Tesla.

Ciò vorrebbe dire che ogni modello consegnato dai competitori costerà 7000$ in meno rispetto all’acquisto di un veicolo Tesla. A te i conti…

Analisi tecnica Tesla

Dopo le spiegazioni analitiche mostrate sopra, analizziamo ora il grafico del titolo Tesla (NASDAQ: TSLA) che riporto qui di seguito.

Grafico 1. andamento titolo TSLA

Dagli indicatori tecnici pensiamo che il titolo in questo momento sia arrivato al limite dei suoi rialzi.

  • Le Bande di Bollinger così ampie stanno ad indicare un forte aumento di volatilità, fattore che potrebbe delineare uno storno ribassista del titolo.
  • L’RSI in area 85 fa segnare una forte zona di ipercomprato che tendenzialmente spinge in basso le quotazioni.
  • MACD attualmente ancora in positivo ma con probabile incrocio ribassista nel breve periodo.

Pair Trading tra Toyota e Tesla

Sicuramente non è semplice investire su Tesla in maniera direzionale. Per questo motivo, preferiamo realizzare una coppia di titoli per ridurre il rischio del nostro investimento.

Il nostro pensiero è infatti che entro la fine dell’anno Tesla ritorni su valori più consoni ai suoi dati fondamentali per cui, a scopo educativo, vogliamo mostrarvi uno spread realizzato tra l’acquisto di Toyota (TYO) e la vendita di Tesla (TSLA).

Con un investimento di 1500$ andiamo quindi a comporre il seguente spread:

Grafico 2. Strategia in pair trading tra azioni Toyota e Tesla

Strategia con azioni Tesla e Toyota

Come si può vedere dal grafico della combinazione, attualmente questa coppia risulta essere in una forte zona negativa ma tutti gli indicatori sembrano “esasperati” dall’attuale situazione.

Per questo motivo pensiamo che, nel medio periodo, ci sia un ritorno sui livelli “normali” in area 0 contrassegnati con la trendline verde, infatti se guardiamo lo storico di questo spread non abbiamo mai raggiunto dei prezzi negativi.

Sicuramente una strategia per investitori con un forte carattere e un elevato profilo di rischio, come andrà a finire?

Vi aspetto nelle nostre Trading Room su Youtube per ulteriori approfondimenti.

Paolo Zambarbieri
  • 90 Posts
  • 17 Comments
Esperto di pair trading, è Top Trader e analista del mercato azionario, nonché co-creatore del metodo Beta Trading. In aggiunta, è un fine conoscitore delle Opzioni Vanilla e della piattaforma di trading online Trader WorkStation (TWS) di Interactive Brokers.